EPATITE C: GLI STUDI DI FASE III UNITY HANNO DIMOSTRATO ALTE PERCENTUALI DI GUARIGIONE

12/nov/2014 09.47.07 Francy Antonioli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Bristol-Myers Squibb ha annunciato nuovi ed importanti dati del programma di sperimentazione clinica UNITY che ha valutato a 12 settimane il regime TRIO, combinazione tutta orale a dose fissa di daclatasvir (DCV), asunaprevir (ASV) e beclabuvir (BCV) in un’ampia gamma di pazienti con infezione da virus dell'epatite C (HCV) genotipo 1. 
I dati presentati al “The Liver Meeting® 2014”, appuntamento annuale dell’Associazione americana per lo studio delle malattie del fegato (AASLD), in corso a Boston fino all’11 novembre. L’endpoint primario di entrambi gli studi (UNITY-1 e UNITY-2) era la percentuale di pazienti che sono stati curati, definito come assenza di virus misurabile 12 settimane dopo la fine del trattamento. 
Lo studio UNITY-2, che ha valutato pazienti cirrotici con un trattamento per 12 settimane di daclatasvir TRIO, ha mostrato, quando somministato insieme alla ribavirina, un tasso di risposta virologica misurata 12 settimane dopo la fine della terapia (SVR12) del 98% dei pazienti mai trattati e del 93% dei pazienti che avevano fallito una precedente terapia, e quando somministrato senza l’aggiunta di ribavirina del 93% nei naïve e dell’87% nei pretrattati. 
“Anche dopo i più recenti progressi nella terapia dell'HCV, i pazienti con genotipo 1 e cirrosi epatica sono tuttora difficili da trattare”, ha dichiarato Andrew J. Muir, Associate Professor of Medicine Clinical Director, Gastroenterology & Transplant Hepatology, Duke University, Durham North Carolina. “Oggi i pazienti con cirrosi che hanno fallito una precedente terapia hanno bisogno di un trattamento di 24 settimane per raggiungere elevati tassi di risposta virologica sostenuta. I risultati di questo studio che ha utilizzato il regime daclatasvir TRIO in questa popolazione hanno mostrato elevati tassi di guarigione con un regime di 12 settimane che ha la potenzialità di migliorare l'adesione alla terapia e raggiungere la guarigione in meno tempo”. 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl