c.s. Montelanico Elezione del Sindaco-Bambino il 9 dicembre

Montelanico Elezione del Sindaco-Bambino il 9 dicembre Comunicato stampa Montelanico (Rm) Consiglio Comunale dei Bambini e dei Ragazzi: elezione del Sindaco il 9 dicembre alle ore 10 presso la Sala Garibaldi "E' molto importante" ci spiega il Sindaco Simone Temofonte "l'istituzione di un consiglio comunale dei bambini e dei ragazzi nel nostro Comune.

07/dic/2008 10.59.08 Comune di Montelanico (Rm) Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

Comunicato stampa

 

Montelanico (Rm)  Consiglio Comunale dei Bambini e dei Ragazzi : elezione del Sindaco il 9 dicembre alle ore 10 presso la Sala Garibaldi

 

 

“E’ molto importante” ci spiega il Sindaco Simone Temofonte “l’istituzione di un consiglio comunale dei bambini e dei ragazzi nel nostro Comune. In questo modo si stimolano, applicando i principi della Carta europea della partecipazione dei giovani alla vita locale e regionale approvata dal Consiglio d’Europa e il Patto della Gioventù dell’Unione europea, i giovani a partecipare

ai processi decisionali locali, veri e propri organismi di rappresentanza democratica,  con funzioni consultive di natura preventiva e obbligatoria su tutti gli atti amministrativi varati dal Comune che a vario titolo coinvolgono i giovani stessi”. Martedì 9 dicembre alle ore 10,00  presso la “Sala Garibaldi”  si procederà all’elezione del Sindaco del Consiglio Comunale dei Bambini e dei Ragazzi istituito con le elezioni tenutesi circa un mese fa. Alla cerimonia di elezione prenderanno parte  i consiglieri comunali di maggioranza e opposizione “ufficiali”, quelli veri per intenderci, autorità civili e militari e i ragazzi delle scuole. La parola ai 13 “consiglieri in erba”, protagonisti di questo importante inserimento nella vita democratica della città, che attualmente appartengono alle classi della 4 e 5 elementare e del triennio della scuola media inferiore, che avranno in mano le redini del loro inserimento nella vita politica ed amministrativa locale. Ricordiamo infatti che con l’elezione del Sindaco-bambino si concluderà questa prima fase istitutiva dell’ organo democratico di rappresentanza di tutti i bambini e i ragazzi. Ma da questa fase in poi Sindaco e Consiglio avranno il delicato compito di assumersi le responsabilità in prima persona dei loro interventi propositivi nei confronti dei loro “colleghi bambini”, della città e dei consiglieri “grandi”. La nascita del Consiglio, oltre alla partecipazione attiva in politica, facilita la conoscenza dell’attività e delle funzioni dell’ente locale; fornisce consulenza agli organi istituzionali sulle questioni che interessano i bambini e i ragazzi in ambito locale; elabora progetti coordinati da realizzare in collaborazione con gli analoghi organismi istituiti in altri comuni; segue l’attuazione dei programmi e degli interventi rivolti ai bambini e ai ragazzi in ambito locale. Il consiglio dei bambini e dei ragazzi, lo ricordiamo, ha funzioni propositive e consultive da esplicare tramite pareri non vincolanti nei confronti del consiglio e della Giunta comunale o richieste di informazione agli organi ed uffici comunali, su temi e problemi che riguardano la complessa attività amministrativa del comune, nonché le varie esigenze ed istanze che provengono dal mondo giovanile o dai cittadini in genere. Può esprimere pareri, formulare proposte, svolgere interrogazioni in merito alla pubblica istruzione e servizi scolastici;  tempo libero, sport e spettacolo; sicurezza stradale e circolazione;  politica ambientale e urbanistica; iniziative culturali e sociali; solidarietà ed assistenza; rapporti con l’associazionismo o esprimere pareri o formulare proposte in  qualsiasi altro ambito di intervento di competenza comunale.

 

Ufficio stampa – Giovanna Speranza

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl