Caso Macchiarini in Parlamento. "Cattedra e finanziamento legittimi?"

CASO MACCHIARINI IN PARLAMENTO.

29/set/2010 15.53.15 Francesco Bosi - Udc Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
CASO MACCHIARINI IN PARLAMENTO. BOSI (UDC): “LECITA LA MODALITà DI ASSEGNAZIONE CATTEDRE E IL FINANZIAMENTO AD PERSONAM?”

Il caso Macchiarini approda a Montecitorio. A portare la questione dello specialista in chirurgia toracica di Careggi alla Camera dei deputati è l’onorevole Francesco Bosi (Udc) che ha interessato tre Ministeri (della sanità, dell’istruzione e degli affari regionali) per sapere se quanto sta avvenendo in Toscana è lecito oppure no.
“Alla fine del 2008 - ricostruisce Bosi - l’Azienda ospedaliera di Careggi con l’assenso della Regione ha affidato al dottor Paolo Macchiarini, chirurgo con esperienza maturata all’estero, la direzione del reparto di chirurgia toracica. La Regione gli ha contemporaneamente assicurato finanziamenti per istituire una “Camera chiara” per terapia cellulare legata al trapianto di trachea”.
Il dottore avrebbe anche ricevuto promesse di una cattedra di professore in chirurgia toracica alla facoltà di medicina. “Questa speranza però - ricorda il parlamentare Udc - è stata delusa: la proposta della cattedra è stata bocciata da una commissione istituita presso la stessa facoltà di medicina per insufficienza di titoli accademici acquisiti nella permanenza dello specialista all’estero”.
Per ‘rimediare’ a questa situazione, la medesima Università di medicina e chirurgia di Firenze “avrebbe deciso di attivare una non meglio identificata Commissione Internazionale che dovrebbe giudicare il curriculum del dottor Paolo Macchiarini al fine di assecondare la sua aspirazione a diventare professore per l’insegnamento della sua specializzazione. La Regione avrebbe inoltre assicurato all’Università i necessari finanziamenti per coprire le spese di tale cattedra”.
Bosi chiede spiegazioni al Governo. “L’assegnazione di cattedre secondo questa formula è prevista dalla normativa? Le Regioni possono davvero prevedere finanziamenti ad personam al di fuori dei tradizionali metodi di selezione e criteri valutativi?”.


In allegato il testo dell’interrogazione presentata dall’on. Bosi.


on. Francesco Bosi
Ufficio stampa
ufficiostampa@francescobosi.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl