AIMA: Raccontare l’Alzheimer con il linguaggio dei Clown L’Associazione Italiana Malati di Alzheimer organizza a Firenze un evento unico in Italia. Sabato 11 ottobre ore 21.00 e domenica 12 ottobre ore 17.30, presso la Casa del Popolo, Via San Bartolo a Cintoia 95. Ingresso gratuito.

09/ott/2014 11:35:00 speedypress Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Firenze 9 ottobre 2014: AIMA Firenze presenta, con il patrocinio di UNCEM Toscana, lo spettacolo dal titolo ‘NON LO SO’, ideato e recitato da Sandro Picchianti e Lis Grundmann, con l’obiettivo nobile ed innovativo di raccontare l’Alzheimer – per la prima volta in Italia - con il linguaggio del clown.

L’idea dello spettacolo “Non lo so” nasce dall’esigenza di parlare con leggerezza della malattia di Alzheimer, osservando con un sorriso la personalità del malato, con le sue emozioni, i desideri, le paure. La scommessa che si propongono gli autori è quella di ridurre la distanza che separa i “malati” dai  cosiddetti “sani”. Lo spettacolo sarà  messo in scena da Sandro Picchianti e Lis Grundmann, conosciuti al grande pubblico per il loro “Lola e Billy show”.

AIMA – Associazione Italiana Malattia di Alzheimer – è una associazione senza scopo di lucro che opera a tutela e sostegno dei malati di Alzheimer e delle famiglie.

Lo spettacolo Clown “Non lo so” si inserisce in un programma di attività dell’ associazione  volto a sensibilizzare la comunità alle problematiche sociali e relazionali dell’Alzheimer.

Un lavoro che vuole rompere l’isolamento sociale delle famiglie dei malati e sollecitare una espressione di solidarietà nei loro confronti.

 

 

Per Informazioni:

Manlio Matera - 329 7674310

 

http://www.aimafirenze.it/

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl