Mutui e contributi Toscana

Mutui e contributi Toscana Confcooperative Toscana interviene sulla questione casa Sarri "Bene l'intervento straordinario messo in atto dalla Regione come primo passo per il rilancio del settore" "Il piano edilizio straordinario da 130 milioni di euro della Regione Toscana, annunciato dagli assessori Eugenio Baronti e Riccardo Conti, è un primo passo importante per rilanciare il settore e offre una nuova opportunità per far fronte all'emergenza abitativa.

14/mar/2009 14.11.26 www.contributicasa.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Confcooperative Toscana interviene sulla questione casa

Sarri "Bene l'intervento straordinario messo in atto dalla Regione come primo passo per il rilancio del settore"


 


 

“Il piano edilizio straordinario da 130 milioni di euro della Regione Toscana, annunciato dagli assessori Eugenio Baronti e Riccardo Conti, è un primo passo importante per rilanciare il settore e offre una nuova opportunità per far fronte all’emergenza abitativa. Un punto di partenza positivo, ma in questo momento di grave crisi economica è necessario che siano utilizzate in tempi brevi tutte le risorse già stanziate nel bilancio regionale, perché il rilancio dell’economia passa per il rilancio dell’edilizia”.

Carlo Sarri, presidente di Federabitazione – Confcooperative Toscana, giudica in modo molto positivo il piano casa straordinario approntato dalla Regione, che dovrebbe partire entro l’estate, ma chiede anche un ulteriore sforzo per far ripartire il settore.

“Questo intervento straordinario - ammette Sarri – raccoglie, nelle anticipazioni degli assessori Baronti e Conti, molte delle proposte da noi ventilate negli ultimi tempi e siamo pienamente disponibili a collaborare alla formulazione di nuovi bandi. Molto importante sarà anche la possibilità di lavorare sul patrimonio abitativo a disposizione, quello che l’assessore definisce “invenduto”, da utilizzare per gli affitti. Un intervento di “housing sociale” per dare una prima risposta all’emergenza abitativa, resa ancora più grave dalle difficoltà legate alla crisi economica e alle ripercussioni sul mondo del lavoro, che colpiscono soprattutto le giovani coppie, con la possibilità di una positiva integrazione sociale fra proprietari e affittuari”.

Grande attenzione viene rivolta da Federabitazione – Confcooperative Toscana anche al piano casa allo studio del Governo Berlusconi.

“In questo momento – spiega Sarri – si può ancora dire poco e vorremmo capire prima le regole che saranno introdotte. Non siamo aprioristicamente contrari, si possono aprire prospettive importanti, ma per ora tutte da valutare. Positivo, invece, l’accordo raggiunto dalla Conferenza unificata fra Governo, Regioni e Comuni sul sostegno alla domanda abitativa, con l’intesa sulla ripartizione di 550 miliardi per l’“housing sociale”. Un segnale, anche se piccolo, che già dai prossimi mesi dovrebbe mettere a disposizione 200 milioni di euro per le Regioni”.

vai su www.contributicasa.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl