14-22 Marzo 2010. Settimana Mondiale del Cervello, Perugia in prima fila

Il Professor Paolo Calabresi, Direttore della Clinica Neurologica dell'Ospedale Santa Maria della Misericordia ed alcuni ricercatori nel settore delle Neuroscienze illustreranno le principali novità nell'ambito diagnostico e terapeutico per alcune delle più comuni e gravi malattie neurologiche quali la malattia di Alzheimer, la malattia di Parkinson, l'ictus cerebrale, la sclerosi multipla e l'epilessia.

12/mar/2010 17.13.14 Sifa - comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Durante la Settimana la Clinica Neurologica dell’Università degli Studi di Perugia esporrà i recenti progressi nelle malattie neurologiche che colpiscono il cervello, il più misterioso dei nostri organi.
Il Professor Paolo Calabresi, Direttore della Clinica Neurologica dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia ed alcuni ricercatori nel settore delle Neuroscienze illustreranno le principali novità nell’ambito diagnostico e terapeutico per alcune delle più comuni e gravi malattie neurologiche quali la malattia di Alzheimer, la malattia di Parkinson, l’ictus cerebrale, la sclerosi multipla e l’epilessia.
La Settimana Mondiale del Cervello è una ricorrenza annuale dedicata a sollecitare la pubblica consapevolezza nei confronti della ricerca sul cervello. Ideata dalla Dana Alliance for Brain Initiatives e coordinata dalla International Brain Research Organization, la settimana del cervello è il frutto di un enorme coordinamento internazionale.
L'organizzazione Mondiale della Sanità rileva che una persona su dieci, durante il corso della propria vita, sviluppa una patologia che colpisce il cervello. Le malattie cerebrali si manifestano non solo negli adulti e negli anziani (che nella nostra società sono in continuo aumento), ma anche nei bambini.
Ogni marzo, centinaia di manifestazioni in tutto il mondo portano i risultati più interessanti della ricerca scientifica a conoscenza del grosso pubblico. Finora la campagna della Settimana Mondiale del Cervello ha messo insieme più di 1.870 organizzazioni, associazioni di malati, agenzie governative, gruppi di servizio e organizzazioni professionali in 62 Nazioni, tutti impegnati nel comunicare i progressi della ricerca sul cervello. La ricerca scientifica neurologica in Italia, nonostante la scarsità degli investimenti economici in questo campo,
sta facendo notevoli passi in avanti; basti considerare come il nostro Paese sia al quarto posto, dopo Inghilterra, Giappone e Stati Uniti, per il numero di pubblicazioni sulle principali riviste scientifiche internazionali.
Parlare del cervello, del suo funzionamento, delle sue caratteristiche e dell’importanza della ricerca scientifica in questo campo non può più essere appannaggio dei soli esperti del settore.
È importante che queste conoscenze siano condivise dal maggior numero possibile di persone per favorirne una maggiore diffusione e consapevolezza.

Prof. Paolo Calabresi
Direttore Clinica Neurologica
Università degli Studi di Perugia

Riferimenti
Segreteria Organizzativa
Sig.ra Rita
Tel. 075.5784228

Informazioni
Cell. 335.5649003
 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl