DIABETE, I MALATI DIVENTANO ATTORI DI TEATRO.

DIABETE, I MALATI DIVENTANO ATTORI DI TEATRO.. Il diabete raccontato dai malati attraverso il teatro.

Persone Annarita Vigolo, Giorgio Vianello, Luca Pigato, Olga Dalla Valle, Graziano Corato, Loredana Carretta, Laura Barbieri, Francesco Chiodin, Roberto Mingardi
Luoghi Italia, Vicenza, Noventa Vicentina
Organizzazioni Associazione Diabetici Area Berica
Argomenti medicina, psicologia, ospedale

19/ott/2011 16.52.46 Francy Antonioli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il diabete raccontato dai malati attraverso il teatro. Con la voce, il corpo, l’improvvisazione. La diagnosi di una malattia cronica può determinare la rottura totale con il proprio passato e l’ingresso in una dimensione nuova, di totale incertezza. Che può essere affrontata anche attraverso il teatro, una forma espressiva in grado di favorire la scoperta del proprio corpo, accrescere la fiducia in se stessi e la consapevolezza delle proprie emozioni. È l’obiettivo della rappresentazione “Dolce che azzanna” (“Testimonianze e riflessioni di diabetici e dell’equipe che li segue”), in programma il 21 ottobre alle 21 al Teatro Modernissimo di Noventa Vicentina (Via Broli), con ingresso gratuito aperto a tutti i cittadini. È la prima esperienza di questo tipo in Italia. L’iniziativa è dell’Associazione Diabetici Area Berica che ha chiesto ad un diabetologo, un regista, un medico di medicina generale, un’infermiera e cinque diabetici di proporre un percorso di riflessione sulla malattia utilizzando la tecnica comunicativa del “teatro educativo”. È nato così il gruppo teatrale “La Dolce Vita”. “Racconteremo cinque storie vere – spiega il dott. Roberto Mingardi, diabetologo della casa di cura Villa Berica di Vicenza e uno degli attori dello spettacolo - per sensibilizzare non solo i malati ma anche la popolazione ‘sana’ su quanto sia importante seguire uno stile di vita sano, basato su una corretta alimentazione e una costante attività fisica. In 90 minuti spieghiamo cosa è il diabete, come il paziente vive con questa malattia e quali trattamenti deve seguire. Il momento della diagnosi ed il successivo percorso terapeutico spesso generano una profonda sofferenza. Inoltre, il riconoscimento di uno stato di malattia irreversibile determina un indebolimento dell’immagine di sé, tanto che molti medici parlano di vero e proprio lutto, determinato non dalla morte di una persona reale, ma dalla perdita dello stato d’integrità precedente. Il teatro può rappresentare una forma di terapia comportamentale per recuperare l’autostima”. La regia è di Francesco Chiodin e gli attori del cast sono Laura Barbieri, Loredana Carretta, Graziano Corato, Olga Dalla Valle, Roberto Mingardi, Luca Pigato, Giorgio Vianello e Annarita Vigolo.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl