Riuniti in assemblea i soci della Fondazione per l'Università di Feltre sabato 10 settembre 2011

14/set/2011 19.08.53 Ufficio Stampa Fondazione per l'Università Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comunicato Stampa n. 13-2011

 

Il futuro dell’Università e dell’Alta Formazione in Provincia di Belluno si chiama anche Impresa.

Sabato 10 settembre 2011 i soci sostenitori i sono riuniti in assemblea a Palazzo Bizzarini per l’avvio di una concertata progettualità in ambito formativo


Feltre, 14 settembre 2011 - I nuovi soci privati che da quest’anno sostengono la Fondazione per l’Università ed Alta Cultura in Provincia di Belluno si sono riuniti in assemblea sabato 10 settembre 2011. Erano presenti all’appuntamento nella sede legale di Palazzo Bizzarini, oltre al Presidente della Fondazione Adriano Rasi Caldogno e la sua vice Flavia Colle, Oscar De Bona per Longarone Fiere, Luigino Boito per Certottica e Dolomiticert, Callisto Fedon per Fedon Group Spa e A.N.F.A.O., Aracri Michele, amministratore delegato di De Rigo Vision, Antonio Bortoli, dirigente di  Lattebusche, il presidente del Collegio dei Periti Industriali della provincia di Belluno Alberto Menegon, Piero Battistin di Silicon Plastic, Enzo De Pra della De Pra Group Costruzioni, Candiago Paolo per Giorik Spa, e un delegato di Unifarco Spa: un pull di capitani d’impresa e manager riuniti a Feltre per confermare il vivo interesse per le attività della Fondazione per l’Università.

 

Il Presidente dell’Ente feltrino Adriano Rasi Caldogno, in apertura dei lavori, ha espresso subito grande soddisfazione per la partecipazione al consesso di una così nutrita rappresentanza di protagonisti di primo piano nel contesto economico e produttivo locale e nazionale, quando non anche internazionale. Dopo aver delineato le linee strategiche della Fondazione, caratterizzate da sobrietà, oculatezza nella gestione delle risorse e sviluppo di partenariati solidi con Atenei ed Istituti Culturali, il Presidente Rasi si è soffermato sull’importanza di un “patto di lealtà” fra produttori e formatori

Alle parole di Rasi hanno fatto eco quelle di Luigino Boito, che, in qualità di consigliere del CdA della Fondazione Università e Rappresentante dei soci sostenitori, ha documentato “l’apertura di credito da parte degli imprenditori bellunesi nei confronti delle dinamiche evolutive formative portate avanti con successo dall’ente feltrino”.

 

Dalla fase di puro appoggio finanziario a sostegno delle attività della Fondazione si sta però ora passando alla fase progettuale. Nuovi rapporti di collaborazione con l’ente guidato da Rasi Caldogno permetteranno presto ai partner dell’imprenditoria bellunese di concretizzare proposte  formative finalizzate da un lato all’aggiornamento continuo e alla riqualificazione professionale degli addetti, dall’altro a dare una risposta ai giovani, creando i profili specialistici richiesti dal territorio ma attualmente non disponibili, e offrendo nuova occupazione.


Callisto Fedon nel corso dell’incontro, ha sottolineato come il dare lavoro ai giovani non sia solo un’esigenza sociale, ma un “sistema per fare quel salto di qualità” di cui il territorio e il tessuto economico locale necessitano.

 

Nuovo sapere e sviluppo di nuove competenze che, a detta di tutti i soci sostenitori sulla scia di quanto espresso dal Presidente Rasi, “possono venire non tanto dall’offerta formativa universitaria di base – in sofferenza oggi per eccesso di offerta – ma da una ‘manutenzione’ di qualità del know-how”. Attività post-universitarie e percorsi di alta formazione che potrebbero presto venir declinati sul territorio sia per permettere ai giovani di inserirsi in modo adeguato nel mondo del lavoro, sia per creare quelle elevate professionalità oggi indispensabili per il recupero di competitività nel mercato globale.

 

Mentre al Campus di Borgo Ruga si stanno scaldando i motori in vista della partenza dei corsi per l’autunno/inverno 2011-2012, arriveranno presto sul tavolo dei vertici della Fondazione per l’Università i progetti formativi elaborati dalle aziende partner.

 

L’Assemblea dei Soci Sostenitori si è conclusa con la visita guidata alla mostra del V centenario della ricostruzione di Feltre allestita nei locali del Fondaco delle Biade.

 

 

 

In allegato: foto della visita alla mostra “Ex cineribus Feltri”

Feltre, Fondaco delle Biade

 

 

Comunicato a cura dell’Ufficio Stampa

Della Fondazione per l’Università

e l’A. Cultura in Provincia di BL

per info: ufficio.stampa@unibl.it

mobile: 338.4480542

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl