ESAME DI MATURITÀ E NUOVI CREDITI

Come si evince dall'estratto del Decreto Minsteriale N.42 sull'Attribuzione del Credito Scolastico l'applicazione deve essere attivata a partire dall'anno scolastico 2008/2009 per l'ammissione all'esame di Stato, ci sono giunte richieste, da parte di genitori ed anche di colleghi docenti, in merito a tale applicazione visto che alcuni Dirigenti Scolastici hanno imposto le nuove procedure in modo perentorio.

20/giu/2007 16.11.00 Antes Scuola Lazio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


COMUNICATO STAMPA

Modificati i criteri per il recupero dei debiti scolastici Decreto Ministeriale n.42


LA SCUOLA ITALIANA CAMBIA, 
ESAMI DI MATURITÀ E NUOVI CREDITI

In alcuni Istituti scolastici sono stati applicati i nuovi criteri di valutazione anche  per l'ammissione agli esami di maturità, compromettendo di fatto la possibilità  di partecipare all'esame di stato ai maturandi con un curriculum non troppo brillante ma adeguato per l'ammissione alle prove dell'esame di Stato.


Come si evince dall'estratto del Decreto Minsteriale N.42 sull'Attribuzione del Credito Scolastico l'applicazione deve essere attivata a partire dall'anno scolastico 2008/2009 per l'ammissione all'esame di Stato, ci sono giunte richieste, da parte di genitori ed anche di colleghi docenti, in merito a tale applicazione visto che alcuni Dirigenti Scolastici hanno imposto le nuove procedure in modo perentorio.

Questa gravissima presa di posizione ha danneggiato molte famiglie e probabilmente questo fenomeno non è avvenuto solo nel Lazio ma sicuramente anche in altre Regioni italiane, i maggiori penalizzati sono stati i disabili e gli esterni.

La segreteria regionale dell'Antes-Scuola per il Lazio condanna questo sopruso da parte di quei Dirigenti Scolastici che, con molta 'semplicità e leggerezza' - afferma il segretario regionale Antonio Vicino -hanno applicato il DM 42/2007.

Si invitano le famiglie, soprattutto degli alunni 'diversamente abili' a denunciare tale comportamento direttamente agli Ufficiali dei Carabinieri e di produrre formare Ricorso verso la bocciatura dell'alunno.

Di seguito in allegato alcuni articoli del decreto che può essere letto nella  versione integrale al seguente collegamento:


Art. 1
Attribuzione del credito scolastico

   1. Ai candidati agli esami di Stato a conclusione, rispettivamente, dell'anno scolastico 2006/2007 e 2007/2008, relativamente all'attribuzione del punteggio per il credito scolastico, continuano ad applicarsi, ai sensi dell'art. 3, comma 1, della legge 11 gennaio 2007, n. 1, le disposizioni vigenti alla data di entrata in vigore della medesima legge.

   2. I nuovi punteggi di credito scolastico indicati nelle tabelle allegate al presente decreto, di cui costituiscono parte integrante, si applicano a decorrere dall'anno scolastico 2006/2007 nei confronti degli studenti frequentanti il terzultimo anno. Nell'anno scolastico 2007/2008 l'applicazione si estenderà agli alunni delle penultime classi e nell'anno scolastico 2008/2009 riguarderà anche quelli delle ultime classi.

   3. A decorrere dall'anno scolastico 2008/2009, ai fini dell'ammissione all'esame di Stato sono valutati positivamente nello scrutinio finale gli alunni che conseguono la media del "sei".

   4. Per tutti i candidati esterni, a decorrere dall'anno scolastico 2008/2009, la Commissione di esame, fermo restando il punteggio massimo di 25 punti, può aumentare il punteggio in caso di possesso di credito formativo. Per esigenze di omogeneità di punteggio conseguibile dai candidati esterni ed interni, tale integrazione può essere di 1 punto.


Art. 2
Recupero dei debiti formativi

   1. Il nuovo regime normativo dei debiti formativi di cui all'art. 1 della legge 11 gennaio 2007, n. 1, si applica a decorrere dall'anno scolastico 2006/2007 nei riguardi degli studenti frequentanti la terzultima classe, secondo le modalità definite nel successivo art. 3.
   2. Ai candidati agli esami di Stato a conclusione, rispettivamente, degli anni scolastici 2006/2007 e 2007/2008, relativamente ai debiti formativi, continuano ad applicarsi, ai sensi dell'art. 3 , comma 1, della legge 11 gennaio 2007, n. 1, le disposizioni vigenti alla data di entrata in vigore della medesima legge.


Art. 3
Modalità di recupero dei debiti formativi

   1. Nel caso di promozione deliberata ai sensi dell'art. 193-bis, comma 3, del Testo Unico, di cui al decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, il dirigente scolastico comunica, per iscritto, alla famiglia le motivazioni delle decisioni assunte dal Consiglio di classe, nonché un dettagliato resoconto sulle carenze dell'alunno, indicando anche i voti proposti dai docenti in sede di scrutinio nella disciplina o nelle discipline nelle quali l'alunno non ha raggiunto la sufficienza. Contestualmente, il dirigente scolastico fa presente alla famiglia che, ai fini dell'ammissione all'esame di Stato, gli alunni debbono comunque saldare i debiti formativi contratti nei precedenti anni scolastici.

   2. Di norma, l'alunno salda il debito formativo nel corso dell'anno scolastico immediatamente successivo a quello in cui il debito medesimo è stato contratto. Tenuto conto della natura delle carenze residue o di particolari situazioni che abbiano comunque impedito il completamento del recupero intrapreso, il Consiglio di classe, nello scrutinio finale del penultimo anno, può decidere di concedere all'alunno la possibilità di estinguere il debito, o la parte residua di debito, nel corso dell'ultimo anno. Il Consiglio di classe deve motivare la decisione assunta di promuovere alla classe terminale l'alunno che non abbia saldato il debito formativo contratto nella terzultima classe, specialmente nel caso in cui l'alunno medesimo sia promosso con debito formativo relativo anche alla penultima classe.

   3. Le disposizioni di cui ai commi precedenti si applicano nei confronti degli alunni della terzultima classe promossi con debito formativo nello scrutinio finale dell'anno scolastico 2006/2007 e vengono estese agli studenti promossi con debito formativo nello scrutinio finale dell'anno scolastico 2007/2008.


UFFICIO STAMPA ANTES SCUOLA LAZIO







 




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl