Risposta ad articolo del 6 maggio 2008

- Non e' assolutamente vero che questo titolo non è riconosciuto dagli enti pubblici per partecipare ai concorsi e che quindi non è spendibile: come ben noto in ambito musicale, il titolo è stato determinante per l'ammissione al corso abilitante ed è legittimamente riconosciuto per le graduatorie di insegnamento nelle Scuole e nei Conservatori (Nota del Ministero della Funzione Pubblica n.9 del 31.1.2008 che si può trovare sul nostro sito come su quello di tutti i Conservatori).

06/mag/2008 15.49.00 Istituto Musicale Pareggiato "G.Braga" Teramo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Risposta ad articolo del 6 maggio 2008

Ho letto  una nota di un’associazione teramana che, prendendo spunto dalla situazione dell’Istituto “Braga”, cerca ancora una volta  pubblicità e autorevolezza partendo dai problemi seri che riguardano una Istituzione centenaria e dando informazioni non corrette.

In merito al peso culturale dell’Istituto Musicale Pareggiato Braga sul territorio  le autorità comunali, provinciali e regionali, che fanno parte del Consiglio di Amministrazione o ne sono autorevolmente rappresentate, potranno sicuramente dare una risposta appropriata a nome degli Enti: Provincia di Teramo, Comune di Teramo, Comune di Giulianova, Regione Abruzzo . Mi riferisco ovviamente al Presidente Ernino D'Agostino, al  Sindaco Giovanni Chiodi, al Sindaco Claudio Ruffini e all’Assessore Sig.ra Elisabetta Mura.

E’ bene sottolineare, comunque, che gli Enti finanziatori  hanno già predisposto una mozione riguardo alla statizzazione, approvata all'unanimità, nella quale, in premessa, si sottolinea il ruolo e l'alta valenza accademica e formativa del Braga. E’ di qualche giorno fa, inoltre,  la nota del Prefetto del 13 marzo 2008 che, sentiti i Ministeri competenti, comunica testualmente che la mancata statizzazione è "da imputare ai ritardi nell'emanazione del Regolamento attuativo dell'art. 2, comma 8, della legge n.508/99 di riforma. In risposta alle esigenze segnalate di statizzazione, il predetto Dicastero ha comunque assicurato una sollecita esecuzione dell'accordo intercorso".

Insomma i ritardi del processo di statizzazione ( a sostegno del quale sono state raccolte diverse migliaia di firme) non sono imputabili al "Braga" ma alla controparte statale (per ulteriore informazione preciso che  nessuno dei 20 Istituti Pareggiati esistenti sul territorio è stato ancora statizzato).

 

Fatta questa premessa non intendo sottrarmi, in ogni caso, a rispondere a quanto richiestomi:

- Non e' assolutamente vero che gli studenti sono accorsi al Braga a frequentare i corsi di secondo livello sperando di poter utilizzare il titolo non a scopo musicale ma per esempio per entrare a lavorare alle poste.

- L'età media degli iscritti è conforme a quella universitaria nazionale (non trovo assolutamente disdicevole che persone di 40 anni vogliano rimettersi in gioco laddove la normativa  lo consenta. E' da aggiungere che questi corsi sono nati dopo anni di attesa e pertanto, nella prima fase, molti, in tutta Italia,  hanno colto l'opportunità di conseguire la "Laurea" in Musica). E' vero, senza nessun dubbio, che moltissimi studenti si iscrivono liberamente da ogni parte d'Italia al Braga per l'alta qualità dei corsi e dei docenti.

-  Non e' assolutamente vero che questo titolo non è riconosciuto dagli enti pubblici per partecipare ai concorsi e che  quindi non è spendibile: come ben noto in ambito musicale, il titolo è stato determinante per l’ammissione al corso abilitante  ed è legittimamente riconosciuto per le graduatorie di insegnamento nelle Scuole e nei Conservatori (Nota del Ministero della Funzione Pubblica n.9 del 31.1.2008 che si può trovare sul nostro sito come su quello di tutti i Conservatori). C’è da aggiungere inoltre che, citando testualmente dal Regolamento in itinere presso il Ministero, esso sarà titolo esclusivo, assieme alla Laurea,  per accedere in futuro alla docenza nei Conservatori e negli IMP (art.10 comma 4 “Reclutamento del personale del sistema” -“Possono partecipare alla procedura di idoneità coloro che siano in possesso di diploma accademico o di laurea”). Pertanto va rinnovato l’invito a tutti i musicisti interessati alla docenza nelle Istituzioni pubbliche, a conseguire - nella nostra o in altre Istituzion i- il Diploma Accademico di II livello.

- E' vero che molti "laureati" hanno  riportato la votazione di 110 e lode a testimonianza di un livello straordinario dell'utenza, ripeto, proveniente da tutta Italia. Tra l'altro moltissimi musicisti già affermati hanno conseguito il titolo nella nostra Istituzione. Tutte le tesi di Laurea, in ogni caso, sono a disposizione nella nostra biblioteca.

- E' vero che c'è un caso di una tesi di laurea "parzialmente copiata" (un caso su trecento mi sembra fisiologico). L'Istituto, accertato il fatto, ha fornito alla persona danneggiata tutte le informazioni per poter adire a vie legali.

- Non è vero che il violinista Andrea Castagna è stato il primo laureato. L'elenco cronologico delle tesi di Laurea discusse è consultabile da tutti sul nostro sito all'indirizzo:http://www.istitutobraga.it/Tesidiscusse.htm .

 

Per concludere mi chiedo come mai alcuni dei componenti dell'associazione firmataria, che comunque si sono diplomati in questo Istituto ma disconoscono il valore dei nuovi titoli rilasciati dai Conservatori e dagli IMP, si siano comunque - in passato e anche recentemente - iscritti ai nostri corsi di Ii livello.

 

Mi riservo in ogni caso di adire le vie legali laddove sono state danneggiate  la mia persona e l’immagine dell’Istituto che mi pregio dirigere.

 

IL DIRETTORE M° Antonio Castagna

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl