Post ICARA 2008

Post ICARA 2008 Al comunicato seguente permettetemi di aggiungere che ICARA 2008 ha realizzato 2 record notevoli rispetto a tutti i nostri congressi precedenti che, da "saganiano", ritengo debbano essere sottolineati: 1°) quantitativamente altissima e qualitativamente elevatissima partecipazione dell'altra metà del cielo 2°) la Dr.ssa Emma Salerno Ph.D. (IRA-INAF, SETI Italia) è stata la prima chairwoman della storia di ICARA Potranno, forse, sembrare "piccolezze"... ma in questi tempi oscuri e oscurantistici per il nostro Paese, tra niqab, burka, velinecoccodè, pornoministre, involuzioni anti-darwiniane e ritorno alla brachiazione, attacchi forsennati ai diritti, alla scuola, all'università, alla ricerca, alla cultura illuminista razionale e scientifica... queste "piccolezze" sono, come diceva il mio amico Carl Sagan, "as a candle in the dark", come una candela nell'oscurità.

28/ott/2008 19.39.56 SETI ITALIA Cocconi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Al comunicato seguente permettetemi di aggiungere che ICARA 2008

ha realizzato 2 record notevoli rispetto a tutti i nostri congressi precedenti

che, da "saganiano", ritengo debbano essere sottolineati:

1°) quantitativamente altissima e qualitativamente elevatissima

partecipazione dell'altra metà del cielo

2°) la Dr.ssa Emma Salerno Ph.D. (IRA-INAF, SETI Italia) è stata la prima chairwoman della storia di ICARA



Potranno, forse, sembrare "piccolezze"...

ma in questi tempi oscuri e oscurantistici per il nostro Paese,

tra niqab, burka, velinecoccodè, pornoministre,

involuzioni anti-darwiniane e ritorno alla brachiazione,

attacchi forsennati ai diritti, alla scuola, all'università, alla ricerca,

alla cultura illuminista razionale e scientifica...



queste "piccolezze" sono, come diceva il mio amico Carl Sagan,

"as a candle in the dark", come una candela nell'oscurità.

Contro l'oscurantismo.



E che mi fanno sentire orgoglioso di essere stato, con Salvo,

la "Lega Lombarda & Siciliana" che ha fondato IARA.



Come dice il Galileo Galilei di Bertolt Brecht:

"Compito della Scienza non è aprire una porta all'infinito sapere,

ma porre una barriera all'infinita ignoranza."



Oggi mi sento un po' meno inutile.



Clear skies!





Bruno Moretti Turri IK2WQA

SETI ITALIA Team G. Cocconi, IARA, SdR Radioastronomia UAI

http://cfivarese.altervista.org/SETI_ITALIA_Cocconi.html

CFI Center for Inquiry Italia ONLUS - Varese

http://cfivarese.altervista.org/index.html



================================================

Forwarded



Cari amici,

due giorni fa si è concluso ICARA 2008, il V° congresso nazionale di

radioastronomia amatoriale che ha visto anche quest'anno una notevole

partecipazione. Organizzato da IARA e dalla SdR Radioastronomia dell'Unione

Astrofili Italiani in collaborazione con lo storico Planetario "U. Hoepli" e

con il Circolo Astrofili di Milano (CAM) ha avuto anche la partecipazione di

alcuni gruppi nazionali quali l'Associazione Radioamatori Italiani (ARI)

presente con la Sezione ARI di Milano, che ha inoltre installato e curato

una stazione radio commemorativa presso il Planetario, il Gruppo Ricerca

Radioastronomia Amatoriale Trentino (GRRAT) ed il gruppo SETI Italia "G.

Cocconi". Oltre un centinaio di presenti hanno seguito le 4 sessioni

distribuite nelle due giornate di lavori, grande partecipazione c'è stata

anche alle due conferenze serali del venerdì e del sabato svoltesi presso il

Planetario ed il Museo di Storia Naturale. All'interno delle 4 sessioni si

sono alternati amatori e professionisti in una interessante miscellanea di

progetti di ricerca, di divulgazione e didattica, e di tecnologia. La

cornice del Planetario ha permesso di ascoltare i relatori ed i

conferenzieri sotto un magico cielo di stelle, riportandoci indietro nel

tempo a quando l'inquinamento luminoso non aveva ancora spento il cielo di

Milano. Cogliamo l'occasione anche per ringraziare il Comitato Locale per la

disponibilità e l'accoglienza mostrata a tutti i partecipanti. Un

ringraziamento in primis a Fabio Peri, direttore scientifico del Planetario

"U. Hoepli" e Valeria Flacco e gli amici della Sezione Radioastronomia del

CAM per aver curato minuziosamente tutti i dettagli indispensabili alla

logistica per la buona riuscita del congresso. Infine grazie ai 25 relatori

e conferenzieri, ai radioamatori curatori della stazione radio II2IARA e a

tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questo evento.

Stiamo già raccogliendo i lavori presentati al fine di poterli pubblicare

come di consueto su uno dei prossimi numeri di Astronomia, la rivista

dell'Unione Astrofili Italiani. Al più presto verranno anche pubblicate sul

sito web di ICARA le foto del congresso.

Il prossimo anno vi aspettiamo numerosi ad ICARA 2009, ad Andrate dal 30

ottobre all'1 novembre 2009, ospiti del C.S.A.M. "G.B. Beccaria". Per tutte

le informazioni continuate a seguire il sito web di ICARA:

http://www.iaragroup.org/icara



Salvo Pluchino

Coordinatore IARA, SdR Radioastronomia UAI



Mario Sandri,

Vice-Coordinatore IARA, Responsabile ICARA









blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl