Festival Storie di Scienza

Festival Storie di Scienza Evento consigliato da SETI ITALIA G. Cocconi setiitalia.altervista.org/index.html Academia Philosophiae Naturalis Scientia et Ratio www.facebook.com/group.php?gid=61677170833 STORIE DI SCIENZA, Varese 4-7 Giugno 2009 Quattro giornate dedicate alla Scienza, alla sua Storia e alle sue Rappresentazioni Sedi: Aula Magna USI, Universitas Studiorum Insubriae, via Ravasi 2 - Varese Teatrino "G. Santuccio", via Sacco 10 - Varese Spazio ScopriCoop, presso Coop, via Daverio - Varese Conferenze: Giovedì 4 Giugno Maurizio Melis - Ore 20:30-21:00, Teatrino "G. Santuccio" Apertura del Festival Federico Pedrocchi - Ore 21:00-22:30, Teatrino "G. Santuccio" Le frodi scientifiche: storie di scienziati poco onesti ed ambiziosi Non è facile produrre falsi nella ricerca scientifica e farla franca, perché i colleghi che operano nello stesso settore sono la migliore garanzia di verifica.

03/giu/2009 05.07.16 SETI ITALIA Cocconi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Evento consigliato da

SETI ITALIA G. Cocconi

setiitalia.altervista.org/index.html

Academia Philosophiae Naturalis Scientia et Ratio

www.facebook.com/group.php?gid=61677170833



STORIE DI SCIENZA, Varese 4-7 Giugno 2009

Quattro giornate dedicate alla Scienza, alla sua Storia e alle sue Rappresentazioni



Sedi:



Aula Magna USI, Universitas Studiorum Insubriae, via Ravasi 2 - Varese

Teatrino “G. Santuccio”, via Sacco 10 - Varese

Spazio ScopriCoop, presso Coop, via Daverio - Varese



Conferenze:





Giovedì 4 Giugno



Maurizio Melis - Ore 20:30-21:00, Teatrino “G. Santuccio”

Apertura del Festival



Federico Pedrocchi - Ore 21:00-22:30, Teatrino “G. Santuccio”

Le frodi scientifiche: storie di scienziati poco onesti ed ambiziosi

Non è facile produrre falsi nella ricerca scientifica e farla franca, perché i colleghi che operano nello stesso settore sono la migliore garanzia di verifica. Però il fenomeno è sempre presente, con casi clamorosi anche negli ultimi anni.





Venerdì 5 Giugno



Giuseppe Armocida - Ore 10:00-11:30, Aula Magna USI

La parabola della “psicochirurgia”

Negli anni Quaranta e Cinquanta del secolo scorso, l'Ospedale Neuropsichiatrico di Varese ebbe notorietà internazionale per alcune proposte terapeutiche del direttore Mario Adamo Fiamberti, maestro riconosciuto della tecnica di leucotomia transorbitaria ed inventore dello shock acetilcolinico.



Pasquale Tucci - Ore 12:00-13:30, Aula Magna USI

Rivoluzionari part-time: Galileo, Keplero, Newton

Contrariamente all'immagine illuminista della rivoluzione scientifica che spazza le tenebre dell'ignoranza e della superstizione, astronomia e astrologia, fisica e metafisica, geometria e teologia coesistettero addirittura negli stessi scienziati che sono considerati simbolo della razionalità scientifica.



Sara Sesti - ore 15:00-17:00, Aula Magna USI

Donne e Scienza. La ricerca nell’ombra

Solo da poco si parla dei Nobel negati: per esempio quello a Jocelyn Bell Burnell, scopritrice della prima pulsar, e a Rosalind Franklin, che fu determinante nella scoperta della struttura del DNA. Che il mondo della scienza non abbia saputo mostrare generosità nei confronti delle donne, lo si può assumere: ma con quali peculiarità?

Sarà proiettato "Il segreto della foto 51", Autore e regia: Gary Glassman, Produzione NOVA, USA, 2003, durata 50’.

Il filmato racconta la vicenda di Rosalind Franklin.



Fabio Toscano - Ore 16:30-18:00, Spazio ScopriCoop

Evangelista Torricelli: grandi scoperte e autocensure

Discepolo di Galileo e suo successore nella dignità di «Matematico di Sua Altezza» il granduca di Toscana, lo scienziato faentino seppe produrre numerosi e fondamentali lavori in tutti i più avanzati settori della matematica e della fisica del proprio tempo. Quella di Torricelli, tuttavia, rappresenta per molti versi anche una figura “tragica” di scienziato, nel delicato clima culturale venutosi a creare in Italia dopo la condanna di Galileo da parte dell’Inquisizione romana.



Patrizia Caraveo - ore 17:30-19:00, Aula Magna USI

Gheminga: trent’anni di scoperte

Un’avventura che comincia con una pulsar misteriosa, che si vede ma non si sente: che “gh’è minga”, insomma. L’oggetto solleva una quantità di interrogativi; alcuni sono ancora irrisolti. Ma in trent’anni, il suo studio ha portato a numerose scoperte sorprendenti su questi oggetti dalle caratteristiche fisiche estreme.



Giovanni F. Bignami - ore 20:30-22:00, Aula Magna USI

Luna, terra di conquista

A 40 anni dallo sbarco sulla Luna, celebriamo le conquiste dell’astronomia e della scienza dallo spazio, preparandoci a rivivere la notte del 21 luglio 1969. Tuttavia dobbiamo anche ricordare l’altissimo livello di rischio del programma Apollo, giustificabile solo nel clima della guerra fredda. Giovanni F. Bignami, Presidente uscente dell'Agenzia Spaziale Italiana, ci racconta i retroscena meno noti di quella titanica impresa, per poi rispondere alla domanda più importante: abbiamo un futuro lassù?





Sabato 6 Giugno



Fabio Toscano - ore 11:00-13:30, Aula Magna USI

La scienza sotto Stalin

La persecuzione di Lev Landau, fisico e genio sovietico dal carattere terribile, misantropo a tratti, convinto marxista e feroce contestatore della dittatura stalinista, motivo per cui fu rinchiuso per un anno alla Lubianka. E poi le assurdità di Lisenko, che pretendeva di coltivare carote lunghe un metro.



Telmo Pievani; Ezio Vaccari - ore 15:00-16:30, Aula Magna USI

Darwin il geologo

Le scoperte paleontologiche del ‘700 e dell’800 avevano evidenziato come la Terra avesse ospitato in passato specie ormai scomparse. Un passato che, grazie alle prime scoperte geologiche, si era spalancato in una voragine profonda centinaia di milioni di anni, anziché poche migliaia come si era creduto fino ad allora. Questa nuova consapevolezza fu decisiva per lo sviluppo della Teoria

dell’Evoluzione da parte di Darwin.



Umberto Bottazzini - Ore 17:00-18:30, aula Magna USI

Goedel e Von Neumann: due volti della matematica

Il primo, prototipo del matematico mentalmente instabile; il secondo, sempre impeccabile, equilibrato e austero: due modi di prodursi e manifestarsi del genio matematico. Umberto

Bottazzini, noto studioso e storico della matematica, tratteggia due grandi personalità matematiche del primo ‘900.



Giulio Giorello - ore 20:30-22:00, Aula Magna USI

Serendipity

Tratto da una antica favola nella quale tre principi persiani di Serendippo realizzano grandi cose puramente per caso, il termine “serendipity” è entrato nel gergale della storia della scienza per significare le non poche scoperte che sono avvenute, appunto, per caso, ovvero grazie a fattori esterni a una procedura di ricerca. A fungere da timoniere della serata ci sarà Giulio Giorello, uno dei volti più noti della scienza italiana.





Domenica 7 Giugno



Elena Canadelli e Stefano Locati - ore 10:30-11:30, Teatrino “G. Santuccio”

Evolution! Darwin e il Cinema

La Teoria dell’Evoluzione è finita un po’ dappertutto, anche nel Cinema; qua e là presa a pezzi e usata come ingrediente di un improbabile minestrone. Eppure, dagli stralci di film che saranno proiettati, selezionati dai due autori di Evolution in una vasta cinematografia, emerge chiaramente come le idee di Darwin abbiano sistematicamente suscitato dibattiti e toccato, oltre che le menti, anche le viscere.



Andrea Candela - Ore 12:00-13:30, Teatrino “G. Santuccio”

Larderello

Il 4 luglio 1904, a Larderello, il principe Piero Ginori Conti, collegando un generatore elettrico ad una motrice a vapore alimentata da un soffione boracifero, riuscì ad accendere cinque lampadine. E’ un capitolo dei migliori della storia italiana, che rimase il leader mondiale nel settore della geotermia fino agli anni ’50. E poi?



Federico Di Trocchio - ore 14:30-16:00, Teatrino “G. Santuccio”

A cosa serve la storia della scienza? Una risposta che contempla le sfortunate sorelle di Galileo e le ricerche sullo yogurt

A quattrocento anni di distanza, Giovanni Paolo II ha fatto ammenda per il “Caso Galileo”. Tuttavia, il genio precursore della scienza moderna aveva un caratteraccio, senza il quale, forse, si sarebbe risparmiato almeno una quota di disavventure. Da vero cultore della figura galileiana, Di Trocchio ci racconta il Galileo che non compare sui libri di scuola.



Andrea Candela e Ezio Vaccari - Ore 16:30-18:00, Teatrino “G. Santuccio”

La scienza nelle Prealpi: il “vulcano di Grantola” e la storia della Terra

L’area prealpina è stata a lungo percorsa e studiata da molti scienziati-viaggiatori italiani e stranieri tra Settecento ed Ottocento. Alcuni di questi viaggi hanno contribuito alla soluzione di questioni scientifiche fondamentali.





La scienza in Musical:



Compagnia della Gru - 5 e 6 Giugno - Ore 22:30-24:00, Aula Magna USI

Star Trek, in cammino verso le Stelle…

Una "conferenza in musica" condotta dai personaggi della nota saga fantascientifica "Star Trek", in cui lo spettatore è guidato attraverso il percorso evolutivo che ha portato gli essere umani dall'età della pietra alla conquista dello spazio: un percorso intimamente legato al concetto di spazio, la cui natura fisica rappresenta ancora oggi un mistero non del tutto risolto nonostante gli sforzi di grandi scienziati come Newton ed Einstein, le cui idee attraversano tutto lo show.





Mostra:



Associazione Didattica Museale (ADM) - 5 e 6 Giugno ore 9:00-13:30, ore 14:00-18:00

L’origine di Darwin

A cura di Barbara Amorese, Emanuela Jacchetti e Stefano Papi

La mostra vuole presentare attraverso attività ed exhibit i concetti che il naturalista inglese ha descritto nella sua opera principale, L’origine della specie, di cui nel 2009 si celebra il 150° anniversario della pubblicazione, ripercorrendo il percorso che ha portato il grande naturalista inglese a formulare la teoria della selezione naturale, i cui punti salienti sono stati pubblicati nel 1859 proprio nel suo famoso libro.





Informazioni sul Festival:



Coordinamento generale

Maurizio Melis (Comunicatore Scientifico - TiConUno/Radio24)



Coordinamento scientifico

Giuseppe Armocida (Università dell’Insubria di Varese);

Alberto Coen Porisini (Università dell’Insubria di Varese)

Fabio Toscano (Università di Bologna);

Pasquale Tucci (Università Statale di Milano);

Ezio Vaccari (Università dell’Insubria di Varese);

Federico Pedrocchi (Giornalista scientifico - TiConUno/Radio24)



Comitato organizzativo

Alberto Coen Porisini (Facoltà di scienze, Università dell’Insubria di Varese)

Mauro Sabbadini (Arci Varese)

Edoardo Bianchi; Luciano Di Jenno (UAAR Varese);

Antonino Canizzaro; Sebastiano Fichera (ASVP)



Il progetto è ideato da TiCoUno e organizzato insieme alle sezioni provinciali

varesine di Arci e UAAR e all’associazione studentesca di Varese ASVP, con il

patrocinio e il supporto dell’Università degli Studi dell’Insubria e del Comune di

Varese.





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl