ARTE: BRACCIANO (RM), DA DOMANI A DOMENICA E' ANCORA 'DDANG' - RASSEGNA DI GIOVANI ARTISTI

Il "ddang" è un festival, giunto alla sua quinta edizione, che tende alla promozione delle libere espressioni dell'arte e che indaga i linguaggi sperimentali di giovani artisti; nato cinque anni fa, il "ddang" si è proposto fin dalla prima edizione di stimolare e incuriosire il proprio pubblico attraverso allestimenti sempre più originali con l'intento di uscire dai luoghi della cultura istituzionale per esplorare e trasformare, per mezzo dei vari linguaggi artistici, il territorio che lo ospita.

19/gen/2010 11.08.13 Ufficio Stampa Comune di Bracciano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dopo due giorni di pausa riprende fino al 24 gennaio, presso il Complesso degli Agostiniani, la quinta edizione della rassegna di artistici e performance di arte contemporanea.

Da domani torna per la ‘volata finale’ il ddang: la grande mostra collettiva di giovani artisti, patrocinata dagli Assessorati alle Politiche Culturali e Attività Produttive e dalla Delega alle Politiche Giovanili del Comune di Bracciano. Inaugurata lo scorso fine settimana con un grande successo di pubblico, la rassegna riaprirà domani (dopo due giorni di pausa) per concludersi poi domenica 24 gennaio, presso il Complesso degli Agostiniani (via Umberto I, 5), estendendosi fino a Via XX Settembre dove sono esposte alcune installazioni curate dagli artisti.

Il 'ddang' è un festival, giunto alla sua quinta edizione, che tende alla promozione delle libere espressioni dell’arte e che indaga i linguaggi sperimentali di giovani artisti; nato cinque anni fa, il 'ddang' si è proposto fin dalla prima edizione di stimolare e incuriosire il proprio pubblico attraverso allestimenti sempre più originali con l'intento di uscire dai luoghi della cultura istituzionale per esplorare e trasformare, per mezzo dei vari linguaggi artistici, il territorio che lo ospita. La rassegna non è solo un’esposizione in continuo divenire che si snoda e si sviluppa tra opere di pittura, fotografia, installazioni, tra percorsi sensoriali e videoart, ma è anche un vero e proprio evento che comprende concerti, rappresentazioni teatrali, letture musicate, conferenze, performance; il tutto, nella splendida cornice della cittadina di Bracciano. Una location che, per l’occasione, grazie all’allestimento e alle numerose opere d’arte in mostra nel Complesso del Chiostro degli Agostiniani e per le vie del borgo, viene completamente ridisegnata, coinvolgendo l’attenzione di artisti, spettatori e cittadini in maniera nuova, attiva e propositiva.

Il 'ddang' nasce dall’entusiasmo e dalla passione di tutti coloro che lavorano insieme a questo progetto comune. Il gruppo organizzatore dell’evento è composto da giovani del territorio e si arricchisce ogni anno di nuovi elementi che si interessano alla manifestazione: è l’Interazione tra i soggetti partecipanti che crea di fatto il 'ddang'. E il tema di quest'anno sarà proprio l’Interazione che costituisce la base del 'ddang'. Interazione intesa come trasformazione dello spazio urbano, per investigare l’influenza reciproca tra i due universi che coesistono contemporaneamente nella nostra quotidianità: da una parte lo spazio urbano, fisico, rigidamente pianificato e strutturato da leggi e normative; dall’altra lo spazio sociale, regolato dal singolo o dalla collettività, costruito con la spontaneità, le necessità e i sogni del vivere di tutti i giorni nelle città contemporanee. Il difficile tema verrà approfondito, oltre che dai lavori proposti dai giovani partecipanti, anche da una serie di conferenze e spettacoli che cercheranno di dimostrare quanto sia importante l’Interazione nello e con lo spazio per una crescita sociale consapevole. Tutta la comunità braccianese è infatti coinvolta nel progetto: dall’Amministrazione alle attività commerciali; dall’Università alle diverse associazioni di zona.

Parte del ricavato dell’intera manifestazione sarà devoluto all’associazione 'Ridere per Vivere': una federazione di associazioni e cooperative sociali che opera negli ospedali mediante la figura del Clown Dottore e del Volontario del Sorriso con i bambini, gli anziani, i diversamente abili e in tutte le situazioni di disagio socio-sanitario.

La manifestazione è dedicata a Damiano De Angelis, da cui tutto e cominciato e a cui tutto si ispira.

La mostra sarà aperta tutti i giorni dalle 16:00 alle 19:30
Lunedì 18 e Martedì 19 chiuso
INGRESSO LIBERO
:://Officina Ddang:://
aperitivi,performance, dibattiti, bookshop...
Per informazioni:
www.myspace.com/ddang_bracciano - www.23recordz.net/ddang - infoddang@libero.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl