CULTURA: BRACCIANO (RM), SABATO 20 E DOMENICA 21 NUOVO APPUNTAMENTO CON 'CENTRO STUDI MYTHOS'

Gli uomini di oggi, regolati dall'orologio meccanico che scandisce la loro vita, spingendoli a correre dietro a mille compiti e/o desideri, si sentono travolti dagli avvenimenti, consumati dal tempo tiranno che sembra sospingerli verso il nulla.

16/mar/2010 11.19.33 Ufficio Stampa Comune di Bracciano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Questo week-end incontrosul tema dell’'abitare poeticamente' che traduce la ricerca incessante dell’uomo di un’armonia profonda con l’ambiente in cui vive.

Gli uomini di oggi, regolati dall'orologio meccanico che scandisce la loro vita, spingendoli a correre dietro a mille compiti e/o desideri, si sentono travolti dagli avvenimenti, consumati dal tempo tiranno che sembra sospingerli verso il nulla. Eppure sentono il bisogno di un altro tempo, il tempo sacro della festa, dell'eterno ritorno e di meditare sul senso della vita nell'universo, sul rapporto tra essere e tempo del divenire. Questo il punto di partenza del nuovo appuntamento promosso a Bracciano dal Centro Studi Mythos per sabato 20 e domenica 21 marzo, nell’ambito del ciclo d’incontri ‘Il tempo dell’anima’, patrocinato dal Comune di Bracciano.

Come scriveva Friedrich Hölderlin, “pieno di merito, ma poeticamente abita l'uomo su questa terra”. L'homo faber, costruisce case e strumenti, per sostentarsi e difendersi e perciò è "pieno di merito", "ma" ci ricorda Hölderlin "abita poeticamente". un tempo gli uomini ascoltavano la voce della natura, la sentivano animata dal divino. L'autentico coltivare-costruire necessita di poeti e vati che in armonia con le leggi della del cosmo, inaugurino la disposizione dell'abitare dell'uomo sulla terra. poetare è esser-ci dasein, secondo Heidegger, è l'autentico abitare nella vicinanza dell'essenza delle cose e comporta capacità di aprirsi alla loro essenza vera, permettere che esse ci tocchino. L'attuale desacralizzato rapporto dell'uomo con la natura ha reso la terra luogo brutto degradato insano, in cui tutto è vendibile, nulla è dato dalla grazia. Ma l'uomo ha bisogno di bellezza di poesia, di amore, di grazia,di ritrovare l'iniziale modalità di abitare poeticamente la terra, di essere autenticamente con sé con gli altri e con l'Altro.

Il programma della ‘due giorni’ che si terrà presso il Centro Conferenze Hotel Alfredo (via Circumlacuale, 7/A), vede l’apertura dei lavori sabato 20 marzo, alle ore 16.30, con la presentazione del tema e dei relatori, cui seguiranno, dalle 16,45, letture e riflessioni sull' abitare ‘poeticamente’ a cura di Maria Pia Rosati, Giuseppe Curatolo, Fabio Marzocca e Lorenzo Scaramella. Alle 20, aperitivo di cortesia e commiato serale. Domenica 21 marzo, invece, alle ore 10,30, visita guidata al Borgo medioevale di Bracciano fino alle ore 13.

E’ gradita la prenotazione all’indirizzo e-mail: mythos-bracciano@atopon.it.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl