Osteoporosi un aiuto nel Verbano

01/apr/2010 14.59.16 Studio Doré Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

L’osteoporosi è una malattia che colpisce   tutto lo scheletro , caratterizzata da una ridotta massa ossea e da alterazioni qualitative dell’osso stesso che si accompagnano ad aumento del rischio di frattura . Viene definita primitiva quando è legata all’invecchiamento , specie postmenopausale nella donna, e secondaria quando è determinata da un ampio numero di patologie e farmaci.
Attualmente   è diventata una malattia di rilevanza sociale. La sua incidenza aumenta con l’età e si stima che in Italia ne siano affetti circa 3,5 milioni di donne e 1 milione di uomini.
Le ossa più frequentemente colpite da frattura osteoporotica sono : le vertebre , le ossa del polso e il femore. In particolare quest’ultima è la sede di maggiore gravità   perché espone il paziente quasi sempre ad un intervento chirurgico . In Italia nella popolazione sopra i 50 anni si verificano più di 80.000 fratture di femore per cause legate all’osteoporosi. Purtroppo nonostante il continuo miglioramento delle tecniche chirurgiche e anestesiologiche , i pazienti affetti da frattura osteoporotica di femore presentano un tasso di mortalità , nel primo anno dopo l’intervento, di circa   il 20-25%,   ed è pertanto una delle maggiori cause di mortalità negli anziani.
Il 50% delle persone affette da frattura osteoporotica di femore presenta una consistente riduzione del livello di autosufficienza e spesso necessita   di istituzionalizzazione a lungo termine.
Quindi ,considerata l’importanza di   tale patologia , spesso misconosciuta,   risulta necessaria una   valutazione preventiva che dovrebbe attuarsi   a tappeto specialmente per le donne dai 50 ai 60 anni e per tutte le persone che assumono farmaci, o che sono affetti da malattie che causano perdita di massa ossea. Di qui l’importanza   di una valutazione presso un centro per lo studio e la terapia delle malattie metaboliche dell’osso ed una eventuale valutazione strumentale della densità scheletrica.
Questa può essere   valutata con mineralometri   con   tecnica DXA   a   raggi X , oppure con   ultrasuoni
Da circa 6 mesi all’ospedale del Verbano ( Luino e Cittiglio) , grazie alla disponibilità dei medici del reparto ortopedico   e dell’Amministrazione, è in funzione un centro per lo studio e la terapia dell’osteoporosi dotato di un mineralometro ad   ultrasuoni.
A tale ambulatorio possono accedere tutte le persone, semplicemente   prenotando la visita   all’accettazione , con impegnativa del proprio medico di famiglia.
Ci si augura pertanto che,   grazie a questa opportunità, la nostra popolazione possa   usufruire di   un servizio così importante , e sia pertanto meno esposta alle conseguenze , a volte così gravi per la nostra salute.
 
Paolo Enrico
Consigliere Provinciale
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl