GIOVANI: BRACCIANO (RM), CON PROGETTO 'CAMPUS' 6 MESI DI ATTIVITA' SU MUSICA, DANZA E TEATRO

GIOVANI: BRACCIANO (RM), CON PROGETTO "CAMPUS" 6 MESI DI ATTIVITA' SU MUSICA, DANZA E TEATRO Presentata all'Archivio Storico l'niziativa promossa dall'Associazione Culturale Twain nell'ambito del Piano Locale Giovani 2007-2009.

11/apr/2010 13.39.17 Ufficio Stampa Comune di Bracciano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Presentata all’Archivio Storico l'niziativa promossa dall'Associazione Culturale Twain nell'ambito del Piano Locale Giovani 2007-2009.

Oltre cento ore di laboratori in nove week-end suddivisi in tre sedi situate in altrettanti comuni della provincia di Roma che culmineranno in cinque giorni di stage, per poi giungere alla messa in scena finale con spettacolo. Questi i punti di forza del progetto 'CaMpus: musica, movimento, messa in scena', presentato nei giorni scorsi all’Archivio storico di Bracciano. Un'iniziativa promossa dall’Associazione Culturale 'Twain' e risultata vincitrice nel 2007 del 'Piano Locale Giovani 2007-2009' dell'amministrazione Provinciale di Roma (approvato con delibera della Giunta Regionale Lazio n. 172/2009 e finanziato con fondi regionali a valere sul Fondo nazionale per le Politiche Giovanili).

“‘CaMpus’ - ha spiegato Loredana Parrella, direttrice artistica del progetto - vuole essere un percorso formativo, un momento di crescita e di messa in gioco, rivolto a tutti coloro che non necessariamente devono avere avuto esperienze precedenti nella danza, nella musica e nel teatro. Partendo dall’esigenza di mettere a disposizione uno spazio creativo che permetta di dare vita a momenti di forte aggregazione e che possa divenire in futuro punto di riferimento per il territorio - aggiunge –‘CaMpus’ propone un percorso articolato, che può rappresentare per tutti coloro che ne prenderanno parte un momento di crescita e di arricchimento”. Il progetto si articolerà in due fasi: momento formativo e momento performativo. Nella prima fase, ci saranno nove laboratori che si terranno - dall’8 maggio al 27 giugno - in tre distinte località (Bracciano, Ladispoli e Tolfa) con l’alternanza nell’orario delle tre discipline: musica, movimento e messa in scena. I laboratori verranno proposti in tre sedi differenti: lo Spazio CTw a Ladispoli, l’Auditorium comunale a Bracciano e la Scuola di Musica dell’Associazione Banda Musicale “G. Verdi” a Tolfa. Parteciperanno, oltre all’Associazione Culturale Twain (soggetto proponente), altre due associazioni del territorio: “Il Salto” e l’Associazione Banda Musicale “G. Verdi”. L’attività laboratoriale è propedeutica alla fase finale dello stage, quella performativa, che si terrà presso lo spazio CTw di Ladispoli dal 30 giugno al 4 luglio in cui sarà messo a punto lo spettacolo finale che sarà portato in scena dal 14 al 16 ottobre nella tre giorni conclusiva del progetto. Per i laboratori non sono previsti limiti di adesioni ai laboratori, né numerici e né di merito. Solo per lo stage, per ovvi motivi, logistici è stato fissato il tetto massimo di 30 partecipanti. La scheda di registrazione è pubblicata sul sito web di Twain (www.cietwain.com) e sul blog http://ctwcampus.splinder.com.

Soddifazione per l'iniziativa è stata espressa dai diversi rappresentanti istituzionali intervenuti alla presentazione braccianese, a comincia da Patrizia Prestipino, Assessora alle Politiche Giovanili, Turismo e Sport della Provincia di Roma, che ha sottolineato “l'importanza di realizzare progetti in rete sul territorio provinciale per promuovere la cultura presso i giovani e le diverse comunità del territorio”. Un apprezzamento che è stato condiviso anche da Giuliano Sala, Sindaco di Bracciano, che ha elogiato soprattuto la capacità delle Associazioni “di mettersi in campo per progetti condivisi: una formula vincente che spesso non riesce a realizzarsi a livello Istutizionale e che invece è essenziale per realizzare iniziative efficaci per la cittadinanza”. E di collaborazione istituzionale ha parlato anche Gianpiero Nardelli, Assessore alle Politiche Culturali di Bracciano, che ha invece ricordato l'apporto essenziale dell'Amministrazione provinciale per la promozione culturale nel nostro territorio che, ha osservato Nardelli: “Si dimostra molto ricettivo e aperto nel proporre momenti culturali e spazi dedicati ai giovani artisti. Proprio per questo la prossima edizione della rassegna estiva di eventi 'Viva Bracciano' sarà particolarmente attenza al pubblico giovanile e avrà come sottotilo proprio lo slogan 'Culturalmente Giovane'”.

E proprio pensando al coinvolgimento dei ragazzi nella vita culturale del nostro paese, Rinaldo Borzetti, Consigliere delegato alle Politiche Giovanili, ha invitato tutti a proseguire in questa direzione, cercando di offrire sempre più spazi ai giovani e a lavorare su “Dialogo, messa in rete e partecipazione che costituiscono tre elementi fondamentali su cui l'Amministrazione braccianese batte da tempo e che sono alla base di qualsiasi politica di lungo respiro dedicata al target giovanile, in passato troppo spesso dimenticato o poco curato”. In conclusione, Elena Carone Fabiani, Assessora alle Politiche Sociali, ha riconosciuto il ruolo fondamentale della Provincia di Roma nel sostegno alla “progettualità rivolta ai bisogni della cittadinanza, essendo l'Ente più vicino ai comuni in questo campo” e ha riconosciuto l'importanza del progetto 'CaMpus' che consente di dare ai ragazzi “spazi e forme per esprimere le tante potenzialità di cui sono portatori e comunicare attraverso il proprio linguaggio”.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl