Confindustria: gli agricoltori pronti a partecipare alla grande assise dell'Italia delle imprese e del lavoro La crisi richiede coesione e vere riforme strutturali

Confindustria: gli agricoltori pronti a partecipare alla grande assise dell'Italia delle imprese e del lavoro La crisi richiede coesione e vere riforme strutturali Confindustria: gli agricoltori pronti a partecipare alla grande assise dell'Italia delle imprese e del lavoro La crisi richiede coesione e vere riforme strutturali Il presidente della Cia Giuseppe Politi d'accordo con la proposta lanciata dal leader degli industriali Emma Marcegaglia per un'intesa fra tutte le parti sociali.

27/mag/2010 13.23.25 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Confindustria: gli agricoltori pronti a partecipare
alla grande assise dell’Italia delle imprese e del lavoro
La crisi richiede coesione e vere riforme strutturali
 
Il presidente della Cia Giuseppe Politi d’accordo con la proposta lanciata dal leader degli industriali Emma Marcegaglia per un’intesa fra tutte le parti sociali. Ribadite le critiche alla manovra del governo: tagli e tasse servono a poco.
 
“Siamo pronti a partecipare alla grande assise dell’Italia delle imprese e del lavoro. Siamo pronti a raccogliere la sfida, a sederci attorno al tavolo per dare il nostro contributo allo sviluppo del nostro Paese”. Il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori Giuseppe Politi accoglie l’invito lanciato oggi dal presidente della Confindustria Emma Marcegaglia a tutte le associazioni d’impresa e alle confederazioni sindacali ad un incontro in tempi brevi per centrare l’obiettivo di una grande intesa per la crescita.
“Da parte nostra -aggiunge Politi- c’è grande senso di responsabilità che ora, davanti alle pesanti difficoltà economiche e sociali, diventa ancora più forte. E la proposta del presidente della Confindustria la troviamo molto interessante e opportuna. Per questo motivo ci dichiariamo fin da adesso pienamente disponibili a partecipare al confronto. La crisi richiede unità d’azione ed impegno comune. Andare in ordine sparso sarebbe deleterio, come sarebbe assurdo continuare negli arroccamenti. Il Paese ha bisogno di coesione e il mondo imprenditoriale e quello sindacale devono dimostrare senso di responsabilità. Le divisioni non pagano, ma finiscono unicamente per danneggiare sia le aziende che i lavoratori”.
“L’idea della grande assise delle imprese del lavoro -rimarca il presidente della Cia- è l’occasione opportuna per spingere il governo a procedere a quelle riforme strutturali che sono assenti nella manovra appena varata. Lo ripeto. Con i soli tagli e le tasse non si va molto lontano. Allora facciamo in modo che, come giustamente ha affermato la presidente Marcegaglia, si sfruttino concretamente i prossimi tre anni che ci dividono dalla fine della legislatura per portare avanti delle politiche e quelle strategie che consentano un vero rilancio dello sviluppo e della competitività”.
“D’altra parte, i provvedimenti appena approvati dal governo, sui quali rinnoviamo le nostre critiche perché non li riteniamo efficaci ed equi, servono a poco. Crediamo che -sottolinea Politi- nell’iter parlamentare vadano apportate le giuste correzioni, proprio per non penalizzare le imprese come quelle agricole che vivono una fase drammatica e con l’ultima finanziaria hanno subito un taglio alle risorse di oltre un miliardo di euro”.
E proprio in tale contesto, il presidente della Cia condivide il richiamo fatto dal leader degli industriali a chi ha la responsabilità di condurre il Paese di non sbagliare tattica e strategia, di prendere le decisioni giuste e di farlo in tempi rapidi. “Se così non fosse -rileva Politi- saranno -come giustamente ha sostenuto il presidente Marcegaglia- le imprese, i loro lavoratori e le loro famiglie, l'Italia tutta e per primi i cittadini più deboli a pagare il prezzo più alto''.
 
         
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl