TEATRO: BRACCIANO (RM), SABATO 5 GIUGNO SPETTACOLO 'IN PUNTA DI PIEDI'

TEATRO: BRACCIANO (RM), SABATO 5 GIUGNO SPETTACOLO "IN PUNTA DI PIEDI" L'iniziativa, realizzata nell'ambito del progetto OFFicINa1011 (vincitore del Bando Officine culturali dell'Assessorato alla Cultura della Regione Lazio), si terrà alle ore 21 al Campo Comunale di calcetto di Bracciano nuova.

03/giu/2010 13.06.10 Ufficio Stampa Comune di Bracciano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’iniziativa, realizzata nell’ambito del progetto OFFicINa1011 (vincitore del Bando Officine culturali dell’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio), si terrà alle ore 21 al Campo Comunale di calcetto di Bracciano nuova.

Firenze, l’adolescenza e il calcio. Questi gli elementi che sono alla base di ‘In punta di piedi’, lo spettacolo che andrà in scena sabato 5 giugno, alle ore 21, presso Campo Comunale di calcetto di Bracciano nuova. Lo spettacolo, realizzato nell’ambito del progetto OFFicINa1011 (vincitore del Bando Officine culturali dell’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio), è portato in scena dalla Compagnia Biancofango con la regia di Francesca Macrì, il disegno luci di Mirko Maria Coletti e la drammaturgia di Andrea Trapani (drammaturgia che è stata anche finalista al VesuvioSportOpera) che è anche il protagonista della rappresentazione. ‘In punta di piedi’ è la storia un diciassettenne e dellla sua città (Firenze): bella di una bellezza rara, ma refrattaria al gioco e schiava della competizione per natura. A Firenze non esiste una sola parola che sia detta a caso: ognuna è una frustata, usata per far male, ogni discorso un combattimento in cui conta vincere e alla fine non importa darsi la mano. Un adolescente e l’ossessione di una generazione: il gioco del calcio.Mastino gioca negli anni della marcatura a uomo, dei duelli corpo a corpo e dei numeri sulle maglie a fissare ruoli ben precisi. Il calcio che qui non profuma degli album di figurine, ma ha l’odore dei piazzali sotto casa, di palloni sgonfi, lattine vuote e campetti di terra secca. Dalla panchina Mastino vive l’agonia di un’ennesima, lunghissima domenica da escluso. Finché non arriva lei, l’angelo-fanciulla, e lo induce a entrare in campo disobbedendo al mister per giocare una volta per tutte la sua partita. Forse l’ultima.

Il progetto OFFicINa1011, vincitore del Bando Officine culturali dell’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio, sviluppa le finalità del biennio 2008/09: creare un’opportunità d’incontro tra i linguaggi e le pratiche della scena contemporanea con i territori del Litorale Nord, zona dei laghi e Monti della Tolfa, con incursioni nella provincia di Viterbo. A tal fine è articolato in sezioni, correlate tra di loro, che lavorano sui temi della produzione (OFFICINA PRODUZIONI/RESIDENZE CREATIVE), della formazione e autoformazione artistica (CANTIERI), della visibilità e formazione del pubblico (INVENTA), del monitoraggio dei gruppi locali (EXPOSIZIONE), della creazione artistica in luoghi non convenzionali (NONLUOGHI), dell’educazione all’arte dei giovani delle scuole attraverso incontri con le compagnie (BIOGRAFIE) e inaugura un progetto di visibilità per artisti over 35 in connessione con altre strutture artistiche dell’Italia centrale (OVER 35 BANDO DI PRODUZIONE PER UNA GENERAZIONE NEGATA). Attraverso tale struttura, traccia un intervento specifico per ogni Comune, forte dell’esperienza del biennio 2008/09, creando un’offerta culturale in dialogo con le amministrazioni locali e definendo l’intervento nelle modalità più consone alle necessità della popolazione. Nello stesso tempo mette in valore il patrimonio di elaborazione simbolica dei linguaggi contemporanei creando le premesse per un’evoluzione strutturale del sistema teatrale regionale sia attraverso il sostegno dato agli artisti che la messa in rete di energie, pratiche e risorse umane tra strutture a livello regionale, nazionale e internazionale. Con Officina Preview, all’interno del progetto la Provincia va in scena e in collaborazione con l’Atcl, si è concretizzata questa nuova esperienza che ha già permesso la realizzazione (presso l’Auditorium Comunale di Bracciano) dello spettacolo di Gaspare Balsamo ‘Non è più un mare per tonni’ e di altri due eventi a Tolfa. I

l biglietto d’ingresso è di euro 5. Per informazioni e prenotazioni: 349 44 44 163 - tst@triangoloscalenoteatro.it - direzione@triangoloscalenoteatro.it - www.triangoloscalenoteatro.it.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl