Quote latte: un colpo di mano contro la legalità

Quote latte: un colpo di mano contro la legalità Quote latte: un colpo di mano contro la legalità Il presidente della Cia Giuseppe Politi esprime un giudizio fortemente negativo sull'emendamento approvato in Commissione Bilancio del Senato che sospende il pagamento delle rate relative alle multe.

07/set/2010 13.07.36 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Quote latte: un colpo di mano contro la legalità

 

Il presidente della Cia Giuseppe Politi esprime un giudizio fortemente negativo sull’emendamento approvato in Commissione Bilancio del Senato che sospende il pagamento delle rate relative alle multe. Pieno sostegno all’azione del ministro Galan.

 

“Un vero colpo di mano per favorire i furbi e mortificare gli onesti allevatori che sono la  stragrande maggioranza”. Così il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori Giuseppe Politi ha commentato il voto favorevole in Commissione Bilancio del Senato all’emendamento che sospende il pagamento delle rate relative alla multe per le quote latte.

“E’ un  atto contro la legalità, contro una legge dello Stato. Ci batteremo affinché questo emendamento -avverte Politi- sia cancellato nella discussione in Aula. Nello stesso tempo sosteniamo l’azione del ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Giancarlo Galan che a più riprese ha espresso la sua netta contrarietà ad un provvedimento sconcertante”.

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl