comunicato stampa

Allegati

15/lug/2010 15.45.42 ufficio stampa casentino Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

 

 

 

 

CASENTINO: IL PRIMO DISTRETTO ITALIANO DELL’ACCESSIBILITA’ UNIVERSALE

Presentato il progetto che vede coinvolta la Comunità Montana e l’Università di Siena

 

 

Lo scorso 8 Luglio la Comunità Montana del Casentino ha presentato il progetto ”Casentino: il primo distretto italiano dell’accessibilità universale”.  Nell’autunno scorso è  stato siglato un protocollo d’intesa tra l’Università degli studi di Siena, la Comunità Montana del Casentino e il Consorzio Casentino Sviluppo e Turismo proprio per avviare idee e  progettazioni sull’accessibilità universale. Convinti che l’accessibilità universale può essere uno strumento formidabile per trasformare positivamente i nostri territori rendendoli più attrattivi e comodi per il maggior numero di persone che vanno oltre l’età anagrafica e i bisogni che ognuno di noi può trovarsi a vivere, in una parola per tutti. L’assessore alle politiche sociali dell’ente montano, Maria Luisa Lapini, sottolinea la valenza del progetto anche perché “l’accessibilità universale può essere una leva innovativa per sviluppare nuove opportunità in ambito turistico, culturale, economico e sociale valorizzando il territorio come sistema. Una sfida ulteriore, ma necessaria per rimarcare il cammino che da anni la Comunità Montana e gli enti che ne fanno parte hanno avviato con la gestione associata di molti servizi e la costituzione della Società della Salute. Quindi questo progetto si rende tanto più accessibile quanto più interessante proprio per la multidisciplinarietà  che ha caratterizzato e caratterizza questo territorio, in un contesto politico dinamico e complesso, quale quello del percorso dell’unione dei comuni”. Durante la giornata sono stati trattati temi importanti, dalle politiche del Ministero per i Beni e le attività Culturali per la fruizione del patrimonio culturale alle prospettive di crescita in periodo di crisi per un’azienda. Hanno partecipato all’incontro i rappresentanti dell’Usl 8, architetti, comuni, la società della Salute, le cooperative sociali, le associazioni di volontariato e gli operatori turistici. Infine hanno portato la propria esperienza in materia anche la  Provincia di Arezzo con una comunicazione del Vice Presidente Mirella Ricci e il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Il Casentino, come si evince dallo stesso progetto, rappresenta un contesto favorevole all’applicazione dei principi dell’accessibilità universale e da qui la proposta, da parte del Polo universitario senese, di sperimentare per la prima volta in Italia il nuovo sistema di certificazione sull’accessibilità elaborato dal Polo. Il progetto ha come obiettivo di far diventare il Casentino il primo modello italiano di Distretto sull’accessibilità Universale.  A questo tavolo ne seguiranno altri vista la volontà dei soggetti promotori e presenti di lavorare affinché il progetto possa realizzarsi nel concreto.

 

Ufficio stampa cmc 0575.507245

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl