Agricoltura: pacchetto anticrisi, speriamo che sia la volta buona

28/lug/2010 17.16.29 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Agricoltura: pacchetto anticrisi, speriamo che sia la volta buona
 
Il presidente della Cia Giuseppe Politi: apprezziamo le parole del ministro Giancarlo Galan. Le promesse, però, devono diventare al più presto fatti concreti. Siamo, comunque, pronti a tornare in piazza dal prossimo mese di settembre.
 
“Apprezziamo le dichiarazioni del ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Giancarlo Galan che, in Commissione Agricoltura del Senato, ha annunciato un pacchetto anticrisi per il settore primario. Ci auguriamo che questa volta si possa finalmente ottenere qualcosa di concreto. In passato e per troppe volte il governo ha sventolato ai quattro venti misure per fronteggiare la grave crisi delle imprese agricole, ma poi il tutto si è rivelato una semplice promessa non mantenuta”. Lo ha affermato il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori Giuseppe Politi il quale ha ribadito l’urgenza di provvedimenti mirati per gli agricoltori sempre più in affanno e con redditi falcidiati.
“Ci sono problemi urgenti, come la fiscalizzazione degli oneri sociali per le zone di montagna e svantaggiate, la cui proroga scade il 31 luglio, e la reintroduzione del ‘bonus gasolio’, che richiedono -aggiunge Politi- immediate risposte. D’altra parte, i costi produttivi, contributivi e burocratici in forte ascesa e i prezzi sui campi in netto calo -un aspetto evidenziato dal recente rapporto Istat- pesano come macigni sull’attività delle imprese e non sono più sostenibili”.
“Per questo motivo attendiamo che il ministro Galan, come annunciato, batta veramente un ‘colpo’. Il problema, però, sarà convincere gli altri ministri, a cominciare soprattutto da quello dell’Economia che, con la manovra finanziaria, non ha mostrato alcuna sensibilità nei confronti dell’agricoltura, visto che non c’è traccia tra i provvedimenti, tranne quello assurdo sulle quote latte che premia unicamente i furbetti. Anche questa volta attendiamo fiduciosi, pronti, comunque, a riprendere la nostra battaglia fin da settembre prossimo”.
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl