comunicato stampa

24/set/2010 11.33.34 ufficio stampa casentino Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

 

 

CONFERENZA DEI SINDACI 21 SETTEMBRE

 

Parte l’iniziativa patrocinata dalla Comunità Montana e dai Comuni “500 Tetti Fotovoltaici in Casentino”

 

 

 

 

La Conferenza dei Sindaci dello scorso 21 Settembre ha posto le basi per il progetto “500 tetti Fotovoltaici in Casentino”. Lo scopo è quello di implementare lo sviluppo di progetti tesi alla produzione di energia da fonti rinnovabili con l’obiettivo primario di consentire il maggior risparmio energetico per la popolazione mediante l’installazione di pannelli fotovoltaici nelle coperture degli edifici. Infatti la Conferenza dei Sindaci ha esaminato le proposte pervenute dai soggetti per la realizzazione di tetti fotovoltaici in Casentino ed ha individuato nel Consorzio ABN un soggetto idoneo a cui dare il proprio patrocinio per attivare l’iniziativa in Casentino.

Il progetto prevede la predisposizione e pubblicazione di bandi per la realizzazione di 500 sistemi fotovoltaici di potenza elettrica pari a 3 kW ciascuno collegato alla rete del distributore locale di energia elettrica. Il bando che ABN predisporrà sarà rivolto a tutte le persone fisiche e ai soggetti privati che risultano proprietari e gli utenti beneficiari avranno la possibilità di avere l’impianto fotovoltaico installato gratuitamente. Il progetto, oltre ad avere una forte valenza ambientale, in quanto garantisce uno sviluppo energetico in una logica ecosostenibile, ha un chiaro valore economico-sociale.

La Conferenza dei Sindaci si è poi soffermata sul resoconto degli incontri avuti  da Uncem Toscana con la delegazione dei sindaci dei comuni montani prima con il Presidente della Regione Rossi, poi con l’assessore Nencini sul nuovo assetto istituzionale della montagna Toscana alla luce della manovra Finanziaria del Governo. Dagli incontri è emersa la consapevolezza di salvaguardare il sistema montagna attraverso il mantenimento dei servizi, degli interventi sociali, del sostegno alle imprese. Inoltre sono state ribadite le priorità che sono emerse nel territorio come la  valorizzazione del sistema montagna con una adeguata politica regionale e il mantenimento delle deleghe storicamente consolidate. Gli Enti, a partire dai Comuni, dovranno essere protagonisti di questo processo di innovazione.

L’altro punto all’ordine del giorno era la richiesta pervenuta dal comune di Bibbiena di spostamento del  Museo Archeologico del Casentino dall’attuale sede di Partina a Palazzo Piccolini, già sede del Museo del Costume, nel centro storico di Bibbiena. Visto anche il consenso della Soprintendenza Archeologica di Firenze la Conferenza dei Sindaci ha accolto la richiesta di spostamento per un’articolazione più congeniale del percorso museale.

Ufficio Stampa 0575.507245

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl