comunicato stampa

Allegati

29/set/2010 13.42.03 ufficio stampa casentino Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

 

La Conferenza dei Sindaci interviene sui disagi creati dal trasporto pubblico agli studenti casentinesi

 

La Conferenza dei Sindaci nella seduta dello scorso 21 Settembre in merito alle problematiche inerenti i collegamenti pubblici verso Arezzo, con particolare attenzione ai disagi creati agli alunni casentinesi, ha prodotto un importante documento. Questo è stato inviato all’Assessore all’Istruzione della Provincia di Arezzo, al Presidente della RFT e all’Ufficio scolastico provinciale di Arezzo e viene manifestata la profonda preoccupazione per i disagi creati agli studenti casentinesi ed alle loro famiglie. L’attuazione della Riforma scolastica ed in particolare delle nuove normative in tema di orario scolastico, che prevedono lezioni organizzate con ore di 60 minuti, va infatti a  sommarsi con i disagi già creati agli studenti casentinesi per i tagli ai trasporti pubblici locali, con la conseguenza che molti dei nostri studenti saranno costretti a dover rientrare alle proprie abitazioni un’ora più tardi, con tutto ciò che ne consegue per poter studiare con profitto. Sulla questione si vuole anche sottolineare come, con l’apertura del presente anno scolastico, l’offerta formativa in Casentino abbia subito, a causa dei tagli operati dal Ministero, una drastica riduzione, per esempio il Liceo classico in Casentino di fatto non esiste più, con la conseguenza di un aumento della pendolarità dei nostri studenti, che non devono veder messo in discussione il proprio diritto allo studio nonché la possibilità di scegliere liberamente l’indirizzo di studi più consono allo proprie aspirazioni e capacità. Si invitano le autorità scolastiche competenti e l’azienda di trasporto pubblico alla ricerca di una stretta collaborazione finalizzata a garantire tempi di ritorno per gli studenti Casentinesi, accettabili e decorosi, utilizzando a tale scopo le deroghe possibili dal punto di vista dell’orario scolastico. La Conferenza dei Sindaci del Casentino manifesta altresì la propria preoccupazione,  in ordine alla volontà dell’azienda dei trasporti di voler eliminare le forme di abbonamento agevolato riservate agli studenti, in un momento di crisi economica grave come quello attuale, con un aggravio dei costi per le famiglie che si ipotizza superiore ai 100 € l’anno.

 

Ufficio stampa Cmc 0575.507245

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl