SANITA': BRACCIANO (RM), DOMANI MOBILITAZIONE CONTRO CHIUSURA OSPEDALE PADRE PIO

Contro la prospettiva di essere privati di un servizio essenziale per la salute pubblica come l'esistenza di un ospedale sul territorio, le comunità della Asl RmF3 si mobilitano testimoniando la propria protesta attraverso una raccolta di firme da inviare alla Presidente Polverini.

01/ott/2010 16.50.19 Ufficio Stampa Comune di Bracciano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Sabato 2 ottobre, ore 10.30 presidio all’ospedale e alle 17.30 Consiglio comunale aperto in piazza IV novembre. Al via inoltre una raccolta firme promossa dall’Amministrazione.

Contro la prospettiva di essere privati di un servizio essenziale per la salute pubblica come l'esistenza di un ospedale sul territorio, le comunità della Asl RmF3 si mobilitano testimoniando la propria protesta attraverso una raccolta di firme da inviare alla Presidente Polverini. Dietro il possibile progetto di rinconversione della struttura si nasconde la nefasta prospettiva della chiusura dell'intero nosocomio.

La china discendente dell'ospedale di Bracciano ha riguardato negli anni sia i servizi, sempre più ridotti, sia lo stato dei luoghi in apparente abbandono. Non si capisce il perché degli ultimi ingenti investimenti sulle sale operatorie se la prospettiva è quella di chiudere il servizio. Ci si chiede perché debbano essere i territori a pagare lo scotto del ‘buco’ nella sanità creato dalla cattiva gestione regionale degli anni 2000.

Inoltre, l'impatto della chiusura di un nosocomio a servizio di un bacino territoriale ampio come quello della ASL RMF3 è fortissimo ed è sconcertante che la Presidente della Regione Lazio prenda la decisione di questa importanza in completa solitudine. Anche l'eventuale progetto di rinconversione della struttura non può cadere dall'alto senza che le comunità interessate possano esprimere le proprie esigenze ed i propri bisogni. P

ertanto l’Amministrazione Comunale invita la cittadinanza alla mobilitazione. Il primo appuntamento pubblico è previsto per domani, sabato 2 ottobre, alle 10.30 di fronte all'Ospedale Padre Pio per un presidio. Nel pomeriggio, poi, seguirà il Consiglio Comunale aperto in piazza IV Novembre alle ore 17.30.

Contestualmente è stata promossa una raccolta di firme dall’Amministrazione contro il provvedimento regionale. Il foglio per la raccolta delle firme sarà disponibile presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico del nostro Comune nello spazio dedicato alla Partecipazione e, nella giornata di domani, sarà presente al presidio della mattina e al Consiglio Comunale aperto del pomeriggio.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl