SANITA'. BRACCIANO (RM): SALA, EPISODIO VERGOGNOSO VOLEVAMO SOLO CONFRONTARCI CON POLVERINI

Questo il commento del Sindaco di Bracciano, Giuliano Sala, al termine del sit-in di protesta che si è tenuto stamani di fronte alla sede della Regione Lazio.

08/ott/2010 15.46.13 Ufficio Stampa Comune di Bracciano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Impedito a Sindaci e Consiglieri regionali l’ingresso in Regione e identificati dalle forze dell’ordine.
Il Primo cittadino di Bracciano, Oggi sono state calpestate le Istituzioni.

“Quello di oggi è stato un episodio vergognoso. Noi volevano solo un confronto con la Presidente Polverini, ci hanno invece identificato come se fossimo delinquenti e non rappresentati dei cittadini. Oggi sono state calpestate le Istituzioni”. Questo il commento del Sindaco di Bracciano, Giuliano Sala, al termine del sit-in di protesta che si è tenuto stamani di fronte alla sede della Regione Lazio.

I Sindaci delle zone interessate dal piano di riordino sanitario, accompagnati da Consiglieri comunali, provinciali e regionali, dopo aver sostato fuori dai cancelli della Regione hanno cercato di entrare nell’edificio per chiedere di essere ricevuti dalla Presidente, venendo però respinti e poi identificati dalle forze dell’ordine.

“E’ scandaloso - prosegue Sala - che la Regione non abbia offerto la minima ospitalità a dei rappresentanti istituzionali all’interno del palazzo regionale ma anzi li abbia trattati come dei delinquenti. Mi auguro che i territori sappiano rispondere adeguatamente a questa azione antidemocratica”.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl