"Eima Energy": domani conferenza stampa della filiera energetica sulle possibilità di sviluppo del biogas-biometano

Nell'ambito della manifestazione "Eima Energy" a Bologna, le principali sigle della filiera energetica hanno organizzato una conferenza stampa, che si terrà domani giovedì 11 novembre, alle ore 12.00, a Bologna Fiere, presso la sala Ronda del Centro Servizi, Blocco C, con lo scopo di presentare la "position paper" su biogas-biometano.

11/ott/2010 17.15.10 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
“Eima Energy”: domani conferenza stampa della filiera
energetica sulle possibilità di sviluppo del biogas-biometano
 
A Bologna sarà presentato e illustrato un documento congiunto.
 
Nell’ambito della manifestazione “Eima Energy” a Bologna, le principali sigle della filiera energetica hanno organizzato una conferenza stampa, che si terrà domani giovedì 11 novembre, alle ore 12.00, a Bologna Fiere, presso la sala Ronda del Centro Servizi, Blocco C, con lo scopo di presentare la “position paper” su biogas-biometano.
Il documento congiunto è stato sottoscritto da Cia-Confederazione italiana agricoltori, Confagricoltura-Confederazione generale dell’agricoltura italiana, Agroenergia, Aiel-Associazione italiana energie agroforestali, Aper-Associazione produttori energia da fonti rinnovabili (che aderisce per il capitolo “La Normativa per il Biometano”), Cib-Consorzio italiano bio-gas, Fiper-Federazione italiana produttori di energia da fonti rinnovabili, Itabia-Italian biomass association, Biostudi, Veneto Agricoltura, Crpa-Centro Ricerche Produzioni Animali.
Sulla base dell’analisi delle concrete possibilità di sviluppo del biogas-biometano, il documento propone dettagliate indicazioni per l’adeguamento delle tariffe incentivanti per l’energia prodotta e per lo sviluppo della produzione di biometano nel nostro Paese.
Il potenziale di sviluppo nel breve termine è consistente. Stime recenti, considerati i quantitativi disponibili di biomasse di scarto e di origine zootecnica utilizzabili in codigestione con biomasse vegetali provenienti da coprodotti e sottoprodotti agricoli e da circa 200.000 ha di colture dedicate (1,6 per cento della Sau italiana), evidenziano un potenziale produttivo di circa 6,5 miliardi di gas metano equivalenti, circa l’8% del consumo attuale di gas naturale in Italia, pari alla produzione nazionale. Un potenziale quindi di circa 3 volte quello proposto dal Pan per il biogas al 2020.
Ma soprattutto -ribadisce la filiera- la crescita del biogas-biometano rappresenta un’importante opportunità di integrazione di reddito per le imprese agricole, nonché un valido contributo alla produzione di energia rinnovabile in modo sostenibile per il Paese.
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl