Cipe: bene i finanziamenti per lo zucchero, ma l'agricoltura attende altre concrete misure a sostegno delle imprese in grave difficoltà

Cipe: bene i finanziamenti per lo zucchero, ma l'agricoltura attende altre concrete misure a sostegno delle imprese in grave difficoltà Cipe: bene i finanziamenti per lo zucchero, ma l'agricoltura attende altre concrete misure a sostegno delle imprese in grave difficoltà Il presidente della Cia Giuseppe Politi prende atto positivamente dell'impegno del ministro Giancarlo Galan.

18/nov/2010 12.29.20 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Cipe: bene i finanziamenti per lo zucchero, ma l’agricoltura attende
altre concrete misure a sostegno delle imprese in grave difficoltà
                                                                                                
Il presidente della Cia Giuseppe Politi prende atto positivamente dell’impegno del ministro Giancarlo Galan. Sottolinea però, l’esigenza di rinnovate politiche per il settore. Servono interventi incisivi che permettano agli agricoltori di ridurre i pesanti costi, a cominciare dalla reintroduzione del “bonus gasolio”.
 
“Esprimiamo un giudizio positivo per gli stanziamenti oggi decisi dal Cipe a favore dell’agricoltura, in particolare per quanto riguarda il comparto dello zucchero. Finanziamenti, peraltro, lungamente attesi e che possono dare sostegno ai produttori oggi in grave difficoltà. Ovviamente, sono interventi, anche se significativi, ancora parziali. Per il settore primario occorrono altre e ben più incisive misure che permettano di ridurre, soprattutto, i costi che gravano in maniera pesante sulle imprese”. E’ quanto sostiene il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori Giuseppe Politi, il quale prende atto positivamente dell’impegno del ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Giancarlo Galan per sbloccare risorse importanti e strategie per il bieticolo-saccarifero italiano.
“I finanziamenti varati dal Cipe -evidenzia Politi- rappresentano una ‘boccata d’ossigeno’ per il settore dello zucchero del nostro Paese che si trova in una situazione di estrema difficoltà. Da tempo il comparto corre pesanti pericolo di tracollo e il rischio di lasciare fuori dalla produzione 10.000 aziende agricole, 4 stabilimenti industriali, un forte indotto e circa 2000 dipendenti. La risposta venuta dal governo è, dunque, positiva, ma l’agricoltura italiana attende politiche nuove, con misure efficaci e concrete che consentano alle imprese, sempre più in difficoltà e grave affanno, di uscire da una crisi che ormai si protrae da troppo tempo”.
          “Bisogna -avverte il presidente della Cia- agire con incisività soprattutto sul fronte dei costi produttivi. E in questo contesto ribadiamo la necessità della reintroduzione del ‘bonus gasolio’ per le serre che oggi, davanti alle impennate dei prezzi petroliferi, diventa essenziale per il futuro di tante imprese”.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl