GIOVANI: BRACCIANO (RM), DA CONSULTA GIOVANILE BOLLETTINO INFORMATIVO "OLTRE L'ORDINARIO"

GIOVANI: BRACCIANO (RM), DA CONSULTA GIOVANILE BOLLETTINO INFORMATIVO "OLTRE L'ORDINARIO" E' nato "Oltre l'ordinarioil nuovo bollettino di "informazione giovane" di Bracciano che è uscito in questi giorni con il proprio numero zero.

11/dic/2010 14.32.18 Ufficio Stampa Comune di Bracciano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

E’ nato “Oltre l’ordinarioil nuovo bollettino di “informazione giovane” di Bracciano che è uscito in questi giorni con il proprio numero zero. Il notiziario è frutto dell’idea e del lavoro della Consulta Giovanile Comunale che ha presentato il progetto lo scorso anno nell’ambito del Bilancio partecipativo 2009 ed è stato votato in piazza dalla cittadinanza per la sezione “Politiche Giovanili”.

“L'amministrazione comunale - spiega Rinaldo Borzetti, Consigliere delegato alle Politiche Giovanili - ha tenuto fede all'impegno preso con la comunità per la creazione di uno spazio di espressione a disposizione dei giovani e ha fatto con ciò un investimento per il futuro puntando sulle nuove generazioni. Il notiziario dei giovani - continua - vuole essere uno spazio aperto a tutti i ragazzi e le ragazze che vorranno scrivere su temi sentiti come importanti e, soprattutto potranno scegliere la forma di espressione che vorranno”. I giovani redattori di questo numero zero di “Oltre l’ordinario” hanno tutti un’età compresa fra 15 e 27 anni.

Gli articoli - che trattano di vita quotidiana, politica, sentimenti, cinema e arte - sono arricchiti dalla illustrazioni di Daniele Ricaurte (di appena 16 anni) e impaginati con il coordinamento redazionale del Centro Studi Mythos. Ma le porte della redazione sono aperte a tutti gli under 35 di Bracciano che abbiano voglia di esprimere la propria opinione e che possono avanzare le proprie richieste all’indirizzo e-mail informazionegiovane@comune.bracciano.rm.it.

“In un momento storico in cui i giovani vengono continuamente accusati di disimpegno e disinformazione - osserva ancora Borzetti - noi abbiamo voluto scommettere sul loro potenziale e sulla loro ricchezza di contenuti, senza imporre regole calate dall'alto ma lasciando libertà di trovare le proprie. Finanziare e sostenere nuovi canali di comunicazione indirizzati e gestiti da quegli stessi giovani assenti dai luoghi delle istituzioni - conclude - è un compito fondamentale della buona politica se si vuole restituire protagonismo ai cittadini di domani che rappresentano l'unica possibile speranza per un futuro migliore”.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl