Comunicato diossina

Allegati

01/ago/2011 19.54.01 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Diossina: evitare allarmismi. I controlli

funzionano. I prodotti italiani sono sicuri

 

La Cia sottolinea l’importanza dell’etichetta d’origine che va estesa a tutti gli alimenti.

 

Nessun pericolo in Italia. Bisogna evitare pericolosi allarmismi. I nostri allevamenti sono sicuri e per quanto riguarda le importazioni, i controlli sono rigidi e funzionano. E’ quanto afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori in merito   all'emergenza degli alimenti, in particolare uova,  contaminati alla diossina  che sta dilagando in Germania,

Nel nostro Paese -ricorda la Cia- entrano dalla Germania quantità molto ridotte di uova. Comunque, grazie all’etichettatura d’origine le autorità preposte possono rintracciarle e toglierle dal mercato. Mentre per le altre importazioni la vigilanza attivata è molto alta.

Nel riaffermare che le nostre produzioni sono estremamente sicure e che ogni allarmismo può provocare contraccolpi negativi sul mercato, come del resto è avvenuto durante altre emergenze alimentari, per altro non causate dai produttori italiani, la Cia ribadisce l’esigenza che l’etichetta di origine venga estesa a tutte le produzioni. Attualmente, oltre alle uova, l'obbligo di indicare la provenienza è in vigore per la carne bovina, per il pollo, per l’ortofrutta fresca,  per il miele, per il latte fresco, per la passata di pomodoro, per l’olio extravergine di oliva,

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl