Linee di azione progetto Together - Conferenza stampa

Durante l'incontro con la stampa sono intervenuti anche il professor Josè Maria Kenny, che coordinerà il Comitato di Together, il direttore del Corep di Torino Michele Patrassi, il dirigente del Comune di Genova Michele Cozza ed il portavoce di Dixet - Club d'Imprese, Matteo Lo Presti.

23/set/2005 18.14.02 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

"Together" definisce i filoni di azione delle tre città industriali di Torino, Genova e Terni

Ricerca applicata, innovazione e nuove iniziative produttive

per una “rete virtuosa” a forte vocazione di sviluppo

 

TERNI, 23 settembre 2005 - La “pacificazione” tra fabbrica e città, intesa come soluzione positiva del rapporto tra qualità del vivere urbano e insediamenti produttivi; il recupero delle aree industriali dismesse; lo sviluppo, la ricerca e l’applicazione industriale dei materiali innovativi; l’economia dell’idrogeno; l’e-government; il biotech: sono questi i filoni di azione condivisa fissati dal Comitato di coordinamento di “Together”, il progetto di cooperazione per la ricerca, lo sviluppo e l’innovazione tra le città industriali di Torino, Genova e Terni.

Il workshop - che si è tenuto stamattina a Villalago - è stato organizzato dall’Associazione Culturale per Terni Città Universitaria e da Umbria Innovazione, con la collaborazione dell’ICSIM, rappresenta l’evento di apertura del “cantiere permanente” che porterà ad una serie di iniziative comuni volte all’esaltazione delle peculiarità dei rispettivi territori, alla interconnessione dei Distretti tecnologici e industriali, all’intercettazione di risorse economiche e finanziarie in campo europeo nell’ambito del Sesto e Settimo programma quadro dell’Ue sulla ricerca.  

“La costituzione del Comitato di coordinamento è un momento significante dell’attività che abbiamo avviato e al tempo stesso un salto di qualità sul terreno dell’operatività - hanno spiegato Ciano Ricci Feliziani, segretario generale di Terni Città Universitaria, e Giuseppe Cardoni, direttore di Umbria Innovazione -. Il cronoprogramma che era stato fissato dopo la firma del protocollo d’intesa è stato rispettato e ora siamo in condizione di mettere in campo idee, progetti, proposte per creare una massa critica di eccellenze su progetti ambiziosi”.

Ricordando gli ambiti operativi dell’iniziativa, il sindaco di Terni Paolo Raffaelli ha sottolineato il forte valore “politico” di Together. “Si tratta di uno strumento operativo - ha chiarito - ma che rappresenta una risorsa politica nel senso più alto del termine: sarà, infatti, il dispositivo attraverso il quale creare sinergie territoriali virtuose tra i territori e i rispettivi poli tecnologici. Ho usato il termine forte e azzardato di “lobby delle città industriali ad alta vocazione di sviluppo innovativo”, per identificare la necessità di presentarsi in maniera coordinata all’appuntamento con la competizione italiana ed europea in questi settori. Ogni polo ha una sua specificità e una sua connotazione ben precisa: insieme possiamo esaltare queste vocazioni e trasformarle in un fattore di competitività per costruire progetti e accedere a fonti di finanziamento europee”.

Durante l’incontro con la stampa sono intervenuti anche il professor Josè Maria Kenny, che coordinerà il Comitato di Together, il direttore del Corep di Torino Michele Patrassi, il dirigente del Comune di Genova Michele Cozza ed il portavoce di Dixet - Club d’Imprese, Matteo Lo Presti.  

“L’Università deve aprirsi al territorio, ma anche alla realtà economica e produttiva internazionale - ha detto Kenny, annunciando la nascita di un laboratorio nazionale delle nanotecnologie che sarà costituito dagli atenei delle tre città - con questa iniziativa passiamo dalla rete virtuale alla reale integrazione tra mondo della ricerca e imprese. Non posso che esprimere soddisfazione per il riconoscimento a Terni e ad un suo rappresentante del ruolo di coordinamento della rete”.

Per Torino l’impegno in Together sarà operativo e concreto, come ha specificato Michele Patrissi. “Il Corep e il Comune si stanno ponendo il problema del trasferimento tecnologico dalla ricerca alle industrie: al progetto possiamo portare il contributo delle best practices che abbiamo attuato in Piemonte con atenei e aziende di prim’ordine”.

L’esperienza genovese del rapporto tra territorio e imprese e soluzione pacifica del conflitto ambientale e sociale tra questi due ambiti, è stata al centro degli interventi di Michele Cozza e Matteo Lo Presti.

“Siamo qui per dare e prendere - hanno chiarito - possiamo contribuire a divulgare il forte processo di innovazione che si è sviluppato in un territorio, come il nostro, che ha conosciuto un forte declino industriale ma, allo stesso tempo, abbiamo bisogno di confrontarci con territori omogenei e di metterci a rete con realtà, come Terni e Torino, che possono contribuire con i loro poli tecnologici, produttivi e di ricerca, ad innovare e migliorare i territori di frontiera dei nostri modelli di sviluppo”.

Nota integrativa per le redazioni 

Il Comitato di coordinamento del progetto Together è stato riformulato alla fine della riunione di Villalago con la segue composizione:

Coordinatore: professor Josè Maria Kenny, docente di Tecnica dei Polimeri dell’Università degli Studi di Perugia e coordinatore della Rete europea di eccellenza sulle nanotecnologie “NanofunPoly”.

Dell’organismo fanno parte Ciano Ricci Feliziani, Vincenzo Montalbano Caracci e Mino Lorusso (Associazione Terni Città Universitaria), Giuseppe Cardoni ed Elisa Paradisi (Umbria Innovazione), Caterina Grechi, Maurizio Pertichetti e Loris Nadotti (Comune di Terni), Michele Cozza (Comune di Genova), Matteo Lo Presti (Dixet Club d’Imprese), Elisabetta Bergamasco e Giovanni Rossetti (Comune di Torino), Michele Patrissi (Corep di Torino), Alberto Cari (Assindustria Terni), Alessandro Faroni (Confapi), Luca Ferrucci (Università degli studi di Perugia).

 



Invia allegati della dimensione di 10MB Con MSN Hotmail puoi!
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl