ComSt - Roma: i lavoratori Intermetro SpA a rischio disoccupazione. OOSS: senza risposte, sciopero trasporti romani

Allegati

31/mar/2011 11.37.58 Ufficio Stampa Punto a Capo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA

Roma: i lavoratori Intermetro SpA a rischio disoccupazione. OOSS: “Ad un anno l’assessore Aurigemma non ha convocato nessun tavolo. Se non ci saranno risposte in 10 giorni, sarà sciopero di tutti i trasporti romani”

Ennesimo rinvio per l’impegno assunto dall’Assessorato alla mobilità del Comune di Roma a seguito dell’accordo sottoscritto lo scorso 11 maggio 2010 con le federazioni sindacali territoriali Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil, per la società I.M. Intermetro Spa, azienda specializzata nella manutenzione della rete metropolitana cittadina. Intermetro ha cessato l’attività ed è attualmente in liquidazione. Tutti i lavoratori dipendenti della società, ad altissima specializzazione tecnica, rischiano dunque di uscire dal mercato del lavoro con conseguente dispersione di saperi e conoscenze d’eccellenza.

L’11 maggio dello scorso anno la trattativa sindacale era riuscita a raggiungere un accordo sul piano di gestione degli esuberi che, oltre all’attivazione degli ammortizzatori sociali, prevedeva l’impegno da parte dell’ex Assessore alla mobilita capitolina Sergio Marchi alla ricollocazione di tali lavoratori presso le società Roma Metropolitane ed Atac. A tal fine si sarebbe attivato da lì a breve un tavolo tecnico tra parti sociali, Comune, e le due società municipalizzate. La Regione Lazio, nella persona dell’Assessore al Lavoro Mariella Zezza, si era fatta garante dell’accordo.

Ad un anno di distanza e in scadenza degli ammortizzatori sociali l’impegno, ribadito lo scorso 28 febbraio 2011 dal nuovo Assessore alla mobilità Antonello Aurigemma, continua a non trovare attuazione. Nessun tavolo tecnico è stato ancora attivato mentre per i lavoratori Intermetro si profila il baratro della disoccupazione. I sindacati continuano ad incassare parole e nulla di fatto. L’ultimo rinvio data 29 marzo 2011.

La storia dei lavoratori Intermetro ha dell’incredibile e rende evidente la confusione che regna sovrana nelle Istituzioni e nella politica”, dichiarano le segreterie provinciali di FILLEA CGIL – FILCA CISL – FeNEAL UIL. “Nonostante gli impegni assunti, sia per iscritto che verbalmente, mai nessun tavolo tecnico  è stato convocato dall’Assessorato alla mobilità di Roma Capitale. Nessuno di questi lavoratori ha ancora trovato collocazione.

 Nel corso dell’ultima riunione, in data 29 marzo, l’Assessore Aurigemma, che aveva ribadito l’impegno a rispettare gli accordi sottoscritti dal suo predecessore, si è fatto rappresentare da un alto funzionario con l’esclusivo mandato di uditore. Noi siamo stanchi di farci udire: pretendiamo il rispetto degli accordi e l’avvio di una immediata procedura trasparente di ricollocazione dei lavoratori

Chiediamo la convocazione del tavolo entro la prima decade di aprile, data che per noi rappresenta una scadenza. Se continueremo a non ottenere risposte in termini di fatti concreti, inizieremo un periodo di lotte che interesserà l’intero trasporto pubblico romano”.


Roma, 31 marzo 2011
 

Per info stampa: FENEAL UIL, Anna Pallotta 348 7303724 
FILCA CISL, Raffaele Galisai 335 5963295 
FILLEA CGIL, Marco Carletti 328 7562488




Servizio esterno Ufficio Stampa Punto a Capo
Francesca Marrucci
ufficiostampa@puntoacapo.info
www.puntoacapo-international.com
Tel. 0695557480 - 3333876830

Per cancellarsi dal servizio, inviare una mail con oggetto CANCELLAMI a questo stesso indirizzo.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl