ARTE: BRACCIANO (RM), DA GIOVEDI’ 14 APRILE TORNA IN MOSTRA L’APOLLO DI VICARELLO

12/apr/2011 09.51.15 Ufficio Stampa Comune di Bracciano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

“Ritorno a casa” per la preziosa opera, protagonista dell’esposizione “Il culto del dio Apollo a Vicarello” in programma al Museo Civico fino a dicembre.
Giovedì 14 aprile, ore 10.30, cerimonia d’inaugurazione all’Archivio storico.

Torna sulle rive del lago di Bracciano, lì dove è stato rinvenuto, l’Apollo di Vicarello: la preziosa statua di proprietà del Ministero per il Beni e le Attività Culturali, che sarà la protagonista della mostra “Il culto del dio Apollo a Vicarello” in programma al Museo Civico di Bracciano fino a dicembre. Un evento reso possibile grazie all’intenso lavoro congiunto dei funzionari del Comune di Bracciano e della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Etruria Meridionale, che ha fatto sì che il Ministero acconsentisse al prestito dell’opera d’arte che, dopo molti anni, sarà nuovamente esposta al pubblico.

L’Apollo di Vicarello proviene dall’importante area archeologica delle terme romane Apollinares Novae presso Vicarello. Portata alla luce nel 1977, l’opera era ubicata all’interno di un ninfeo monumentale dell’antico centro termale sabatino. Secondo l’archeologa Laura Fabbrini, che ha compiuto uno studio dettagliato sulla statua nel 1993, l’Apollo potrebbe risalire alla prima metà del II secolo (circa al 130), datazione peraltro non condivisa da altri studiosi che propendono invece per una datazione più antica. Si tratta di un busto in marmo pentelico (quindi di provenienza greca) che raffigura un Apollo giovanile, senza barba, con mantello sulle spalle. L’opera, originariamente a figura intera, presenta forti analogie con l’Apollo del Belvedere, conservato nei Musei Vaticani.

La cerimonia d’inaugurazione della mostra si terrà giovedì 14 aprile, alle ore 10.30, presso l’Archivio storico di piazza Mazzini, dove verrà presentato il lavoro di restauro e allestimento della scultura; e proseguirà poi all’interno del Museo, dove sarà ufficialmente aperta la mostra. Saranno presenti: il Sindaco di Bracciano, Giuliano Sala; la Soprintendente per i Beni Archeologici dell'Etruria Meridionale, Anna Maria Moretti; e l'Assessore alle Politiche Culturali del Comune di Bracciano, Gianpiero Nardelli. Inoltre, interverranno i funzionari e gli operatori che hanno lavorato al restauro e all'allestimento dell'importante scultura.

La cittadinanza e la stampa sono caldamente invitate a partecipare.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl