comunicato stampa

RACCOLTA PORTA A PORTA: LA CONFERENZA DEI SINDACI RIBADISCE LA VALENZA DEL PROGETTO Le priorità: la salvaguardia dell'ambiente e il miglioramento della qualità della vita dei cittadini "Sì alla riorganizzazione dei servizi di raccolta dei rifiuti differenziati come sinonimo di civiltà nell'ottica di un miglioramento della qualità della vita e dei servizi", così i Sindaci presenti alla Conferenza dei Sindaci di Lunedì 11 Aprile hanno deciso di portare avanti il progetto già approvato nella precedente seduta.

Allegati

04/dic/2011 18.28.41 ufficio stampa casentino Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

RACCOLTA PORTA A PORTA: LA CONFERENZA DEI SINDACI RIBADISCE LA VALENZA DEL PROGETTO

Le priorità: la salvaguardia dell’ambiente e il miglioramento della qualità della vita dei cittadini

 

“Sì alla riorganizzazione dei servizi di raccolta dei rifiuti differenziati come sinonimo di civiltà nell’ottica di un miglioramento della qualità della vita e dei servizi”, così i Sindaci presenti alla Conferenza dei Sindaci di Lunedì 11 Aprile hanno deciso di portare avanti il progetto già approvato nella precedente seduta. Tutti, eccetto Bibbiena che si è riservato di decidere all’interno del proprio consiglio comunale, hanno ribadito la volontà di iniziare la raccolta “porta a porta”. E’ importante, hanno sottolineato i Sindaci, continuare questo percorso incentivando il servizio in quanto consente di raggiungere elevati valori di raccolta differenziata e la possibilità di sottrarre più materiale possibile all'invio in discarica, per motivi ambientali ed economici. Ricordiamo infatti che Conferenza dei Sindaci dello scorso 29 Marzo ha riattivato un precedente progetto sospeso per iniziare la raccolta “porta a porta” in Casentino e ha approvato la realizzazione di ulteriori “centri di raccolta” in Casentino che si aggiungono a quelli già progettati per Montemignaio e Castel San Niccolò. I nuovi centri saranno quelli di Stia, Porrena, Soci, Corsalone, Chiusi della Verna, Rassina, Talla e Ortignano Raggiolo. Con questi progetti si potrà arrivare alla vera svolta che porterà il Casentino a raggiungere le prescrizioni di legge, circa il 55% di raccolta differenziata.

 

Ufficio stampa Cmc 0575.507245

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl