GEMELLAGGIO: BRACCIANO (RM), UFFICIALIZZATA "L'AMICIZIA" CON CHATENAY-MALABRY E NEUSSAESS

In una cornice d'eccezione formalizzata "l'amicizia" con Chatenay-Malabry (Francia) e Neusaess (Germania).

25/apr/2011 11.08.02 Ufficio Stampa Comune di Bracciano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

In una cornice d’eccezione formalizzata “l’amicizia” con Chatenay-Malabry (Francia) e Neusaess (Germania).

Bracciano sempre più Comune d’Europa. Con una toccante cerimonia è stato siglato ufficialmente il gemellaggio con le città di Chatenay-Malabry (Francia) e Neusaess (Germania). Per quattro giorni una delegazione di oltre 130 persone, tra francesi e tedeschi, ha soggiornato nel nostro paese, visitando le bellezze del luogo e prendendo parte agli eventi culturali della settimana di Pasqua, culminati nella rappresentazione della Passione del Venerdì Santo, tanto apprezzata dai visitatori. Un preludio ai costanti scambi culturali che si realizzeranno con il gemellaggio fra Bracciano e i due centri nord-europei.

Chatenay-Malabry è un comune francese di circa 30mila abitanti situato nel dipartimento dell'Hauts-de-Seine nella regione dell'Île-de-France, a sud di Parigi. Neusaess, invece, è un comune tedesco di 21.750 abitanti, situato nel land della Baviera, a due passi da Monaco.

Sabato 23 aprile, nella splendida cornice del Salone dei Granai del castello Odescalchi, è stato compiuto il giuramento del gemellaggio e sono state apposte le firme sui documenti ufficiali, alla presenza di una nutrita rappresentanza di cittadini. Sul palco - assieme al Sindaco Giuliano Sala e all’Assessora agli Scambi e Gemellaggi, Paola Lucci - sono intervenuti gli omologhi rappresentanti istituzionali francesi e tedeschi: Georges Siffredi e Jean-Paul Martinerie, rispettivamente Sindaco e Vicesindaco di Chatenay-Malabry, accompagnati da Janie-Noële Helies, Consigliera delegata ai Gemellaggi; e Hansjörg Durz, Borgomastro di Neussaess e il suo vice, Richard Greiner.

“Il cammino verso la creazione dell’Unione Europea è stato lungo e complesso - ha detto il sindaco Sala - ma è grazie a questo che anche città piccole come Bracciano, Chatenay-Malabry e Neusaess, possono contribuire alla cementificazione dello spirito europeo, coinvolgendo i propri cittadini in un processo di condivisione di valori ed esperienze che li rendono, veramente, “Comuni d’Europa”. E’ pertanto una gioia e un onore, oggi, poter sancire questo patto di amicizia con i fratelli tedeschi e francesi”.

“Fin dall’insediamento, la nostra Amministrazione - ha aggiunto Paola Lucci - ha lavorato per il gemellaggio e quello di oggi è il coronamento di tre anni d’intenso lavoro. L’obiettivo è di coinvolgere tutti i cittadini, di ogni età e di diversi ambiti, in percorsi ed esperienze che contribuiscano a cementare in tutti noi lo spirito europeo. Voglio quindi ringraziare tutte le Istituzioni e le realtà associative che hanno collaborato per raggiungere questo importante traguardo”.

Sono infatti molti i soggetti che si sono spesi per la riuscita del gemellaggio a partire dall’apposito Comitato che si è costituito per questo scopo; per proseguire poi con la Bracciano Ambiente; lo staff del Castello e i Principi Odescalchi, che hanno concesso il prestigioso Salone dei Granai; la Regione Lazio, il Consorzio Lago di Bracciano, l’area di Staff del Comune di Bracciano, i Consigli di Frazione e di Quartiere, il Museo dell’Aeronautica Militare di Vigna di Valle, le Associazioni (Coro Polifonico, Forum Clodii, Pro Loco, Rione Monti, Fotocineamatori) e, infine, le famiglie ospitanti che hanno accolto nelle proprie case gli ospiti stranieri, così come vuole la tradizione dei gemellaggi.

I sindaci di Chatenay-Malabry e Neusaess hanno ringraziato Bracciano e i suoi abitanti per la calorosa accoglienza e, descrivendo le tante affinità che legano le cittadine, hanno segnalato le molteplici attività che, grazie al gemellaggio, si potranno realizzare nel quadro di un fitto calendario di incontri e di scambi.

Dopo il giuramento dei Sindaci, la firma del patto e il consueto scambio di doni fra le città, la cerimonia è proseguita con l’esibizione del Coro Polifonico di Bracciano, accompagnato per l’occasione dall’orchestra da camera di Neusaess che, domenica, ha poi tenuto un suggestivo concerto di musica barocca nella Chiesa del Riposo. Inoltre, l'associazione Roma World Center ha illustrato il progetto sportivo "Da Neusäß a Bracciano tra vela, cultura e storia" che ha permesso ad alcune decine di ragazzi tedeschi di soggiornare per una settimana a Bracciano: primo segno tangibile del gemellaggio. Gran finale con la proiezione di due documentari fotografici su Bracciano realizzati dall’Associazione Fotocineamatori che hanno mostrato agli ospiti europei peculiarità, tradizioni e bellezze dei nostri luoghi.

Prossimo appuntamento sarà a luglio, con la visita della delegazione braccianese a Neusaess per la firma del gemellaggio nella città tedesca.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl