Agricoltura: grave la denuncia del presidente di Agea. Intervenire subito per sanare le pesanti carenze. Confermate le preoccupazioni della Cia

Confermate le preoccupazioni della Cia In merito alle dichiarazioni del presidente di Agea Dario Fruscio, il presidente Giuseppe Politi sollecita il ministero delle Politiche agricole ad una presa di responsabilità di sua competenza per misure opportune e risolutive dei problemi.

17/mag/2011 17.14.43 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Agricoltura: grave la denuncia del presidente di Agea. Intervenire subito per sanare le pesanti carenze. Confermate le preoccupazioni della Cia
 
In merito alle dichiarazioni del presidente di Agea Dario Fruscio, il presidente Giuseppe Politi sollecita il ministero delle Politiche agricole ad una presa di responsabilità di sua competenza per misure opportune e risolutive dei problemi. Pronti ad un serio confronto per garantire un’adeguata gestione per assicurare i contributi alle imprese. Importante il ruolo dei Caa.
 
“Quanto da noi più volte denunciato trova oggi conferma. Le dichiarazioni del presidente di Agea Dario Fruscio sulle carenze della parte privata di Sin, la società che gestisce il Sistema informativo agricolo nazionale, sono gravi e evidenziano la necessità di un pronto intervento per sanare situazioni che stanno provocando pesanti conseguenze alle imprese agricole e rischiano di causare ulteriori deleteri guasti”. Lo ha sottolineato il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori Giuseppe Politi per il quale, davanti ai problemi che si stanno registrando nelle erogazioni dei contributi in agricoltura, ognuno è chiamato a prendersi le proprie responsabilità.
“Le affermazioni del presidente di Agea -ha aggiunto Politi- devono avere un immediato seguito. Fruscio ha annunciato che prenderà le dovute misure nei confronti di quelle carenze che impediscono all’Agenzia di avere il carburante per funzionare al meglio. Ci auguriamo che ciò avvenga in tempi rapidi, in modo che la fornitura della piattaforma informatica, alla quale si rivolgono non solo Agea, ma anche Regioni e Centri di assistenza agricola (Caa), non subisca dannosi ritardi che finiscono per penalizzare gli agricoltori, che già fanno i conti con problemi complessi e grandi difficoltà”.
“Per questo motivo -ha rimarcato il presidente della Cia- rinnoviamo la nostra richiesta per un tempestivo chiarimento da parte di Agea, con la quale vogliamo aprire un confronto serio e costruttivo, in maniera da superare tutte quelle questioni che in questi mesi hanno provocato ritardi e carenze di cui hanno fatto le spese le aziende agricole”.
“Allo stesso tempo -ha evidenziato Politi- sollecitiamo il ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali ad assumersi le responsabilità di sua competenza e ad intervenire con misure opportune e risolutive dei problemi al fine di ristabilire le condizioni necessarie per garantire una valida erogazione dei contributi nei confronti degli imprenditori agricoli. Come Cia siamo pronti a collaborare con la massima serietà e concretezza”.
“Di fronte alla denuncia di Fruscio -ha concluso il presidente della Cia- ribadisco quanto sottolineato in più occasioni. Sono certo che Agea è consapevole di quanto importante sia oggi, alla vigilia di una nuova fase di riforma della Pac post 2013, garantire un sistema di gestione amministrativa efficiente in cui i Caa siano elementi essenziali di un processo che sappia garantire una adeguata gestione delle informazioni, delle procedure e dei meccanismi amministrativi connessi ai grandi cambiamenti. Attendiamo, quindi, le risposte più opportune”.
 

 

______________________________________
Settore Comunicazione e Immagine
CIA- Confederazione italiana agricoltori
Via Mariano Fortuny, n. 20
00196-ROMA
Tel. 06-3227008
Fax 06-3208364
E-mail: cia.informa@cia.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl