Caldo: rischio siccità per le coltivazioni delle regioni del Nord

Ad annunciarlo è la Cia-Confederazione italiana agricoltori la quale ricorda che dal mese di marzo ad oggi in molte zone le precipitazioni sono state molto al di sotto della media e, quindi, diverse coltivazioni, in particolare grano, mais e prodotti orticoli come il pomodoro corrono seri pericoli.

Persone Mariano Fortuny
Luoghi Lombardy, Piedmont, Nord
Argomenti linguistics

24/mag/2011 16.33.03 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Caldo: rischio siccità per le coltivazioni delle regioni del Nord
 
La Cia lancia l’allarme: negli ultimi due mesi le precipitazioni, nonostante l’abbondante pioggia autunnale e le nevicate invernali, sono state molto al di sotto della media. Problemi per grano e mais. In Piemonte e Lombardia le zone più colpite. Al Centro e al Sud la situazione è migliore.
 
Le regioni del Nord Italia sono a rischio siccità. Ad annunciarlo è la Cia-Confederazione italiana agricoltori la quale ricorda che dal mese di marzo ad oggi in molte zone le precipitazioni sono state molto al di sotto della media e, quindi, diverse coltivazioni, in particolare grano, mais e prodotti orticoli come il pomodoro corrono seri pericoli.
Tra le regioni, quelle più colpite risultano il Piemonte e la Lombardia dove -sottolinea la Cia- c’è allarme per la scarsità di acqua, nonostante le piogge e le nevicate dell’autunno e dell’inverno scorsi. L’ondata di caldo torrido di questi giorni, che fa seguito ad una primavera poco piovosa, può avere conseguenze su molte colture orticole a campo aperto, mentre i primi effetti si cominciano a registrare, appunto, per il frumento e il mais.
Anche i bacini idrici mostrano qualche sofferenza. I livelli sono al di sotto di quelli registrati lo scorso anno. Per questo -sostiene la Cia- bisogna tenere alta la guardia in modo da intervenire rapidamente evitando pesanti conseguenze per l’agricoltura.
Diversa la situazione nelle regioni del Centro e del Sud. Le coltivazioni non registrano problemi, come i fiumi e i bacini idrici, i cui livelli risultano, almeno per il momento, tutt’altro che critici.
 
 
 

 

______________________________________
Settore Comunicazione e Immagine
CIA- Confederazione italiana agricoltori
Via Mariano Fortuny, n. 20
00196-ROMA
Tel. 06-3227008
Fax 06-3208364
E-mail: cia.informa@cia.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl