comunicato stampa

SISTEMA INFRASTRUTTURALE VIARIO E FERROVIARIO DEL CASENTINO Studio di fattibilità sulla logistica della Comunità Montana del Casentino Nell'ambito delle strategie di sviluppo del Casentino, la Comunità Montana, con il contributo della Regione Toscana, attraverso il programma PASL -A rea 6, e di RFT - Rete Ferroviaria Toscana spa, ha realizzato, lo " Studio di fattibilità sulla logistica del sistema infrastrutturale viario e ferroviario del Casentino", pubblicato anche dall'Amministrazione Provinciale di Arezzo nel 2011 fra gli atti che hanno contribuito alla formazione del nuovo "Piano Provinciale della Mobilità e dei Trasporti".

Luoghi Grande Região Sul
Argomenti botany, zootechnics, music

Allegati

22/giu/2011 13.35.03 ufficio stampa casentino Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

 

 

SISTEMA INFRASTRUTTURALE VIARIO E FERROVIARIO DEL CASENTINO

Studio di fattibilità sulla logistica della Comunità Montana del Casentino

 

 

 

Nell’ambito delle strategie di sviluppo del Casentino, la Comunità Montana, con il contributo della Regione Toscana, attraverso il programma PASL –A rea 6, e di RFT – Rete Ferroviaria Toscana spa, ha realizzato, lo “ Studio di fattibilità sulla logistica del sistema infrastrutturale viario e ferroviario del Casentino”, pubblicato anche dall’Amministrazione Provinciale di Arezzo nel 2011 fra gli atti che hanno contribuito alla formazione del nuovo “Piano Provinciale della Mobilità e dei Trasporti”.  Lo studio è particolarmente interessante  in quanto delinea tutti gli scenari possibili per uno sviluppo sostenibile della logistica in Casentino. Attraverso un’indagine mirata presso alcune primarie aziende della vallata, è emersa una gestione non integrata del processo logistico e una diffusa insoddisfazione rispetto ai servizi attualmente offerti, sia ferroviari che combinati, con conseguente utilizzo preferenziale della “strada” per i flussi delle merci. Pertanto su tale fronte, tenuto conto degli interventi in atto nelle direttrici primarie nazionali, è stata effettuata una verifica di prefattibilità tecnica e sostenibilità economica di uno sbocco stradale “sud-occidentale” per connettere il baricentro del Casentino al casello autostradale di Incisa Valdarno. Sul fronte ferroviario viene dimostrata la convenienza e la possibilità di potenziare il servizio offerto da RFT attraverso l’implementazione di un orario cadenzato. Per quanto riguarda il trasporto intermodale ed in particolare di quello combinato strada-rotaia, l’utilizzo del “sistema integrato merci Casentino” : i raccordi ferroviari esistenti, lo scalo merci di Bibbiena e il futuro “Interporto di Indicatore”, rappresentano una forte opportunità per le aziende che potrebbero, attraverso un unico interlocutore, TFT spa,  trasferire i propri prodotti. “Nonostante le difficoltà oggettive – commenta il Presidente della Comunità Montana del Casentino Sandro Sassoli - che stanno condizionando fortemente l’utilizzo della “rotaia”, causate dal particolare momento di crisi economica generale e dal malfunzionamento del sistema  ferroviario merci a scala nazionale, è doveroso continuare a guardare avanti e continuare a supportare il sistema economico della vallata per cercare soluzioni perseguibili  mirate al miglioramento dei collegamenti del Casentino, ritenuti di primaria importanza, per ridare impulso e maggiore competitività alle nostre attività produttive”.

Per chi volesse approfondire l’argomento può consultare lo studio  nel sito della Comunità Montana del Casentino (www.casentino.toscana.it)

 

Ufficio stampa Cmc 0575.507245

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl