PROTEZIONE CIVILE: BRACCIANO (RM), AL VIA "LAGO SICURO 2011" E "PATROL BIKE" PER UN'ESTATE TRANQUILLA

E' l'obiettivo del progetto "Lago Sicuro 2011", l'operazione che anche quest'anno, da domani fino all'11 settembre 2011, si occuperà di sorvegliare le placide e limpide acque del lago di Bracciano, grazie a un team di uomini e mezzi che coinvolge Protezione Civile, Dipartimento Nazionale Emergenza Mare (DNEM), Comuni rivieraschi, Ares 118, Carabinieri, Polizia Provinciale, Polizie Locali e Vigili del Fuoco.

Persone Durante
Luoghi Grande Região Sul, Region Centrale
Argomenti musical instruments, zoology, music, industry

24/giu/2011 16.52.10 Ufficio Stampa Comune di Bracciano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Fino a settembre, attività di pattugliamento delle acque e delle spiagge .



Puntare su prevenzione, informazione e coordinamento, per garantire una stagione turistica e balneare all’insegna della sicurezza di bagnanti e natanti. E’ l’obiettivo del progetto “Lago Sicuro 2011”, l’operazione che anche quest’anno, da domani fino all’11 settembre 2011, si occuperà di sorvegliare le placide e limpide acque del lago di Bracciano, grazie a un team di uomini e mezzi che coinvolge Protezione Civile, Dipartimento Nazionale Emergenza Mare (DNEM), Comuni rivieraschi, Ares 118, Carabinieri, Polizia Provinciale, Polizie Locali e Vigili del Fuoco. Uno schieramento di forze ed energie notevoli - coordinati dalla Centrale Operativa Intercomunale della Protezione Civile (C.O.I.Rm2) che fa capo a Bracciano - che ogni fine settimana, durante tutto il periodo estivo, scenderanno in acqua per realizzare attività di pattugliamento, prevenzione e interventi in emergenza. Nel corso della settimana, inoltre, l’assistenza in acqua continuerà a essere garantita da carabinieri, Polizia Provinciale e Vigili del Fuoco.

“Lago Sicuro - spiega Remo Eufemi, Consigliere Delegato alla Protezione Civile - è un piano efficace e di successo che, grazie all’esperienza acquisita in questi anni, ci consente di operare con efficienza per garantire la sicurezza di bagnanti e natanti. Ogni Comune - continua Eufemi - si occupa di sorvegliare con i mezzi a sua disposizione lo specchio d’acqua di competenza, mentre la motovedetta dei Carabinieri svolge attività di pattugliamento su tutta la superficie del lago, con il supporto di un’imbarcazione del DNEM e la motovedetta della Polizia Provinciale. Al minimo segnale di emergenza, gli operatori contattano il COI che provvede a dirigere sul luogo i mezzi più idonei o più vicini per intervenire. In media - osserva - si registrano circa 40 interventi l’anno, per un totale di oltre 300 ore di servizio estivo. S’interviene in molti casi: dal soccorso di barche scuffiate al recupero di pedalò o surfisti che non riescono a rientrare a riva”.

Uno sforzo notevole, quindi, reso possibile solo grazie alla preziosa disponibilità dei volontari e delle volontarie e dei responsabili di “Lago Sicuro” che profondono il massimo impegno nel progetto e ai quali va il più sentito riconoscimento da parte dell’amministrazione e della cittadinanza.

Da quest’anno poi, il servizio di assistenza e sorveglianza si arricchisce di una nuova squadra d’intervento, grazie al “Patrol bike”: un’iniziativa realizzata dal Comune in collaborazione con l’ A.V.A.B. che integra i servizi già operativi per “Lago Sicuro 2011”. Si tratta di due biciclette speciali equipaggiate con un defibrillatore semiautomatico (DAE), dispositivo in grado di effettuare il supporto di base alle funzioni vitali e la defibrillazione in modalità semiautomatica, e altre attrezzature di primo intervento. Il mezzo è assegnato e gestito da volontari che hanno ricevuto una formazione specifica nelle attività di rianimazione cardiopolmonare oltre che per il salvamento in acqua. “Questi semplici e speciali mezzi - precisa Eufemi - consentiranno un intervento rapido sul posto, garantendo un contatto diretto con l’infortunato per un triade più rapido e collaborare con le autorità competenti nella gestione delle emergenze e ottimizzando le risorse. Bracciano si dota così di un ulteriore sistema salvavita che potrà poi essere replicato non solo in zona balneare ma anche in occasioni di eventi e manifestazioni. Sul lungolago Argenti - dice ancora Eufemi - avremo un presidi, che fungerà da vera e propria centrale operativa del servizio e sarà collocato presso il locale comunale sulla piazzetta della passeggiata. Questa struttura sarà il riferimento per le “patrol bike” e per gli altri mezzi coinvolti nel servizio, come l’ambulanza messa a disposizione dalla Misericordia di Bracciano, che faranno la spola fra il lungolago e l’area di San Celso per assicurare la piena copertura delle aree lacustri frequentate dai bagnanti”.

In caso di emergenza, comunque, i cittadini possono contattare, nei giorni festivi e prefestivi, il gommone della Protezione Civile chiamando il 348.5843243 oppure l’imbarcazione del DNEM al 347.7582369. Durante la settimana, invece, è possibile rivolgersi alla Centrale Operativa Intercomunale (C.O.I.Rm2) di Bracciano ai numeri 06.99816255 - 348.5858165 (CapoArea) - 348.5843243 (Coordinatore dei Volontari). Restano poi sempre validi i riferimenti ai numeri d’emergenza nazionale di Carabinieri (112), Vigili del Fuoco (115) o, per le Emergenze Sanitarie (118).

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl