Riso transgenico: un bluff. Ma ribadiamo la nostra contrarietà a sperimentazioni in campo aperto senza garanzie per chi produce in modo naturale

27/lug/2011 15.35.03 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Riso transgenico: un bluff. Ma ribadiamo la nostra contrarietà
a sperimentazioni in campo aperto senza garanzie
per chi produce in modo naturale
 
La Cia commenta la possibile coltivazione di riso biotech con vaccino nel nostro Paese: Senza certezze sulla salubrità del prodotto, nessuna piantagione in campo aperto in Italia.
 
        Il riso biotech con il “vaccino”, per il momento, non verrà coltivato in Italia. Nel nostro Paese, infatti, le sperimentazioni in campo aperto sono bandite dal 2007. Questo non significa che siamo ostili alla ricerca, ma al contrario vorremmo che fosse sviluppata, dove possibile, per offrire le dovute garanzie di “non contaminazione” a quei produttori che operano con metodi convenzionali, biologici o biodinamici. Così la Cia-Confederazione italiana agricoltori commenta la notizia del via libera in Italia alla sperimentazione di un riso geneticamente modificato in modo da contenere un vaccino, diffusa ieri a margine del convegno del Mipaaf sulla genomica e le biotecnologie applicate all’agricoltura.
        Com’è noto -osserva la Cia- nel nostro Paese questo tipo di sperimentazioni necessitano di un’autorizzazione specifica dei rappresentanti delle Regioni e dei Ministeri. Ad oggi questo “lasciapassare” non c’è, né per il riso biotech né per altri prodotti.
        Quando si tratta di coltivazioni in campo aperto -sottolinea la Cia- bisogna utilizzare tutta la cautela possibile, senza cedere alle pressioni di chi vorrebbe accelerare le semine solo per ottenere profitti.
        Bisogna ricordare -conclude la Cia- che altri Paesi stanno ancora pagando i danni commerciali provocati dalla contaminazione accidentale biotech di alcuni tipi di riso autorizzati solo per la sperimentazione e finiti invece nelle partite di prodotto convenzionale destinate all’esportazione.
 

______________________________________
Settore Comunicazione e Immagine
CIA- Confederazione italiana agricoltori
Via Mariano Fortuny, n. 20
00196-ROMA
Tel. 06-3227008
Fax 06-3208364
E-mail: cia.informa@cia.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl