comunicato stampa

Allegati

28/lug/2011 18.14.00 ufficio stampa casentino Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

Da: Ufficio Stampa [mailto:ufficiostampa@casentino.toscana.it]
Inviato: mercoledì 27 luglio 2011 12.43
A: 'presidente@casentino.toscana.it'
Oggetto: comunicato stampa

 

                                                        

 

GIUSEPPE ALBANESE

Venerdì 29 luglio presso la Pieve a Socana, l’artista si esibirà in un recital pianistico per Pievi e Castelli in Musica

 

 

 

Giuseppe Albanese è il prossimo protagonista di Pievi e Castelli in Musica, che si esibirà in un recital pianistico che avrà luogo Venerdì 29 Luglio nello splendido scenario della Pieve a Socana a Castel Focognano alle ore 21.30 con le musiche di C. Debussy e F. Listz.

Nel corso di questo recital proporrà alcune composizioni di Claude Debussy in occasione della sua imminente incisione monografica dedicata a quest’autore che sarà registrata per la rivista “Amadeus” e uscirà nell'edizione di febbraio 2012 di questo mensile (CD con relativa copertina ed intervista) in occasione del 150° anniversario della nascita del citato autore francese (1862-2012). Seguirà  in particolare un omaggio a Franz Liszt nel bicentenario della nascita (1811-2011) con tre pezzi proposti nel recital con cui  il M° Albanese ha debuttato al prestigioso Festival Pianistico Internazionale di Brescia / Bergamo lo scorso 1° giugno 2010, e che proporrà pure  prossimamente in importanti ribalte a livello internazionale: dal  Festival Mi.To - Settembremusica a Torino (15 settembre 2011) al Festival di Yuri Temirkanov a San Pietroburgo (17 dicembre 2011).

Giuseppe Albanese vanta un curriculum di studi  straordinario:  a 17 anni  votazione di 10 e lode e menzione d’onore al diploma di pianoforte al Conservatorio "G.Rossini" di Pesaro;  a  18 anni votazione di 60/60 alla maturità classica;  a 23 anni diploma "Master" all' Accademia Pianistica di Imola e votazione di 110 e lode alla laurea in Filosofia (con dignità di stampa della tesi sull' Estetica di Liszt nelle "Années de Pèlerinage"); a 25 anni Professore universitario a contratto di "Metodologia della comunicazione musicale". Nutrito e considerevole il suo palmarès di premi ottenuti:  spiccano in particolar modo  il  “Premio Venezia” (assegnato nel 1997 all’unanimità  da una giuria presieduta dal Mº Roman Vlad al miglior e piú giovane tra i diplomati dei conservatori d’Italia), e, soprattutto, il primo premio  nel 2003  al  "Vendome Prize"  (presidente di Giuria:  Sir Jeffrey Tate) con finali a Londra e Lisbona: un evento definito da "Le Figaro" il concorso più prestigioso del mondo attuale. Giuseppe Albanese, unico pianista italiano della sua generazione ad essere stato invitato negli ultimi tempi a suonare  in ben dieci primari  Enti Lirici: il Petruzzelli di Bari, il Comunale di Bologna, il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, il Carlo Felice di Genova, il Teatro San Carlo di Napoli, il Massimo di Palermo, il Teatro dell'Opera di Roma, il Verdi di Trieste, la Fenice di Venezia, l'Arena di Verona. Vincitore di numerosi premi e sovente presente su prestigiosi palcoscenici internazionali, tra cui il Metropolitan Museum, la Rockefeller University  e la Steinway Hall di New York; l'Auditorium Amijai di Buenos Aires; la Konzerthaus di Berlino; la Laeisz Halle di Amburgo; la Philharmonie di Essen;  il Mozarteum di Salisburgo; St.Martin in-the-fields e la Steinway Hall di Londra.

Ufficio stampa 329.2978991

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl