ComSt - Lazio: partono i corsi di formazione del Cefme coniugando i vantaggi per l’azienda ai diritti per il lavoratore

Allegati

15/nov/2011 11.29.03 Ufficio Stampa Punto a Capo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA
Lazio: partono i corsi di formazione del Cefme coniugando i vantaggi per l’azienda ai diritti per il lavoratore
Partiranno il 15 novembre i nuovi corsi di formazione del CEFME (Centro per le Maestranze Edili e Affini) dedicati ai giovani in età di apprendistato che necessitano di formazione e riqualificazione professionale, ma che vivono anche una situazione di disagio economico e sociale.
I ragazzi selezionati per i corsi di muratore, carpentiere, conduttore gru a torre, conduttore macchine edili, impiantista termoidraulico, oltre a ricevere un valido strumento professionale, saranno remunerati: questa è la novità dell’approccio del CEFME, che garantisce ai ragazzi un sostentamento durante tutto il periodo di frequenza del corso.
L’esigenza nasce dall’opportunità di coniugare il costante e precipuo bisogno di formazione, con la precarietà economica che vivono oggi i lavoratori, raggiungendo l’obiettivo condiviso tra imprese e lavoratori di creare un sistema produttivo di qualità”. Afferma Elena Schifino, Segretaria della Fillea Cgil di Roma e Lazio e Vice Presidente del Cefme che così continua: 
La formazione professionale deve diventare lo strumento attraverso il quale creare un sistema produttivo competitivo e moderno, promuovendo quelle competenze che sono indispensabili per introdurre nel mondo produttivo innovazione tecnologica e organizzativa. E’ importante sottolineare che i ragazzi che frequenteranno il corso sono stati, in molti casi, presi direttamente negli smorzi, dando loro una possibilità di qualificarsi, per aspirare ad un lavoro migliore”.
I nostri enti bilaterali si possono considerare privilegiati rispetto agli altri istituti di formazione, in quanto hanno la caratteristica intrinseca della sintesi tra interessi dei lavoratori e delle imprese”, aggiunge Giuseppe D’Ascenso, Presidente del Cefme e rappresentante dell’Acer. 
Il modello CEFME si conferma valido ed efficace perché concilia in modo esemplare i vantaggi per l’azienda nell’avere personale altamente qualificato e i diritti del lavoratore, formato e cosciente delle proprie capacità e responsabilità all’interno di un’azienda”.
Roma, 15 novembre 2011
INFO: Ufficio Stampa Fillea, Francesca Marrucci, cell. 333 3876830; CEFME Tel. 06/4063824

Servizio esterno Ufficio Stampa Punto a Capo
Francesca Marrucci
ufficiostampa@puntoacapo.info
www.puntoacapo-international.com
Tel. 0695557480 - 3333876830

Per cancellarsi dal servizio, inviare una mail con oggetto CANCELLAMI a questo stesso indirizzo.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl