Manovra: misure penalizzanti per l'agricoltura . Sulle imprese pesanti oneri fiscali e contributivi. Indispensabili interventi per la crescita

07/dic/2011 12.56.35 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Manovra: misure penalizzanti per l’agricoltura. Sulle imprese pesanti oneri fiscali e contributivi. Indispensabili interventi per la crescita
 
La Direzione nazionale della Cia approva un ordine del giorno nel quale si denunciano le difficoltà e i problemi delle aziende con i nuovi provvedimenti varati. Pur consapevole della gravità del momento e dell’esigenza di una linea di rigore, la Confederazione sollecita azioni tese a ridare vigore anche allo sviluppo dell’imprenditoria agricola. Ribadita l’esigenza di un comune impegno da parte delle Organizzazioni professionali.
 
Una manovra pesante per l’agricoltura che vede aumentare in modo grave gli oneri fiscali, tributari e contributivi. Misure che rendono ancora più difficile la situazione delle imprese agricole che già fanno i conti con opprimenti costi produttivi e previdenziali, che da tempo riducono e frenano l’operatività sui mercati. E’ quanto afferma un ordine del giorno approvato dalla Direzione nazionale della Cia-Confederazione italiana agricoltori che si è riunita a Roma e che ha approvato la relazione del presidente Giuseppe Politi sui provvedimenti varati dal governo Monti.
Siamo in presenza di una manovra -sottolinea l’ordine del giorno della Direzione Cia- che penalizza le aziende agricole che rischiano di subire drammatici contraccolpi di carattere finanziario. Uno scenario reso ancora è più complesso dalla mancanza di misure tese a ridare vigore e impulso alla crescita e alla competitività. Per questo motivo il giudizio della Cia, pur consapevole della gravità della situazione finanziaria ed economica del nostro Paese e dell’esigenza di un’indispensabile linea di rigore, è negativo e viene espressa forte preoccupazione per i riflessi che le misure decise in materia fiscale, tributaria e contributiva avranno sull’attività delle imprese agricole.
La Direzione nazionale della Cia -si legge nell’ordine del giorno- ribadisce la necessità di un’equa ripartizione dei sacrifici e sostiene l’impellente esigenza che le misure restrittive vengano controbilanciate da efficaci e mirati interventi a sostegno della crescita e della competitività sui mercati delle imprese agricole, con particolare riferimento a quelle condotte da giovani imprenditori.
A tale proposito la Direzione nazionale -afferma ancora l’ordine del giorno approvato- auspica un comune impegno da parte delle Organizzazioni professionali agricole (Cia, Coldiretti, Confagricoltura e Copagri), sulla base del documento unitario presentato al Governo.
Nell’ordine del giorno si rileva, inoltre, che viene giudicata inaccettabile la decisione di sterilizzare l’inflazione sulle pensioni a partire dal doppio del minimo e la Direzione nazionale invita l’Associazione dei pensionati ad assumere le necessarie iniziative.
La Direzione nazionale della Cia ribadisce, infine, la necessità che alcune misure vengano corrette nel corso del dibattito parlamentare per l’approvazione della manovra del governo.

______________________________________
Settore Comunicazione e Immagine
CIA- Confederazione italiana agricoltori
Via Mariano Fortuny, n. 20
00196-ROMA
Tel. 06-3227008
Fax 06-3208364
E-mail: cia.informa@cia.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl