Vino: la Russia conquista il "nostro" Gancia . Basta all'assalto straniero al "made in Italy"

Vino: la Russia conquista il "nostro" Gancia .

Persone Paolo Fontana
Luoghi Italia, Russia, Asti, Mosca
Organizzazioni Russian Standard Corporation, CIA
Argomenti impresa

15/dic/2011 17.53.18 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Vino: la Russia conquista il “nostro” Gancia. Basta all’assalto straniero al “made in Italy”
 
La Cia commenta la notizia dell’acquisizione del 70 per cento del gruppo piemontese da parte di Mosca. Il “made in Italy” agroalimentare andrebbe più tutelato. 
 
        Da oggi lo spumante Gancia “parlerà” russo. Dopo “l’affaire” Parmalat, e ancora prima casi come Buitoni, Galbani, Bertolli e Sasso, un altro pezzo da novanta del sistema agroalimentare italiano cambia nazionalità. E’ una notizia che ci preoccupa: non si può continuare ad assistere passivamente all’assalto dello straniero che in questo importante settore è diventato un indisturbato conquistatore. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, commentando l’acquisizione del 70 per cento del gruppo piemontese da parte della compagnia “Russian Standard Corporation”.
        Non vogliamo essere tacciati per nazionalisti o per protezionisti -spiega la Cia- ma l’agroalimentare italiano è strategico e andrebbe meglio tutelato. Il comparto dei vini frizzanti, tra l’altro, è assolutamente fondamentale, visto che l’Italia è in testa alla classifica dei produttori mondiali con 380 milioni di bottiglie l’anno contro le 370 milioni dei cugini francesi.
        Detto questo, la rassicurazione dell’ad di Gancia, Paolo Fontana, sul fatto che non ci saranno licenziamenti ci fa molto piacere -aggiunge la Cia-. Speriamo che non ci siano ricadute negative neppure sui produttori di uve che conferiscono al gruppo di Asti.

______________________________________
Settore Comunicazione e Immagine
CIA- Confederazione italiana agricoltori
Via Mariano Fortuny, n. 20
00196-ROMA
Tel. 06-3227008
Fax 06-3208364
E-mail: cia.informa@cia.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl