All'IDI un futuro incerto: l'UGL Medici ARIS chiede l'apertura di un tavolo tecnico

17/dic/2011 05.55.33 UGL MEDICI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L'Amministrazione IDI con l'ennesimo avviso di oggi in bacheca, annuncia il pagamento dello stipendio di Novembre e della tredicesima mensilità, sarà la solita promessa?

UGL MEDICI ARIS ribadisce la necessità che all’IDI si torni al più presto alla regolare tempistica di accreditamento degli stipendi e di tutte le spettanze. Non ci rassicura affatto la presentazione del piano di riassetto aziendale poiché apparentemente sprovvisto di pianificazione finanziaria che consenta di sbloccare il malfunzionamento dell'ospedale, ingiustamente attribuito al comportamento riottoso dei lavoratori e dei dirigenti, al contrario esasperati dai ritardati pagamenti e da una prospettiva futura assolutamente incerta.

Sarebbe opportuno che la Congregazione che gestisce l’IDI nei suoi massimi organi decisionali si ponesse con spirito di sincero ascolto a confronto con i medici e il personale per condividere i progetti e le prospettive future senza trincerarsi continuamente dietro la scusa dei tagli regionali o dei mancati versamenti, che peraltro risultano sempre essere stati erogati regolarmente.

Ci pare opportuno, in un momento di crisi, creare un confronto sereno tra tutte le parti interessate: anche la Regione Lazio, nell'ultimo comunicato stampa, conferma la disponibilità all'apertura di un tavolo triangolare per la rapida soluzione dei problemi dell'IDI IRCCS, dell'Ospedale Generale di Zona San Carlo e della sede dell'IDI di Capranica (Viterbo). In quest’ottica e in questa forma chiediamo che il citato tavolo tecnico venga tempestivamente attivato in funzione dei diritti dei lavoratori ma ancor più di quelli dei molti degenti che hanno sempre visto l’IDI come esempio di buona sanità. UGL Medici ARIS

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl