Maltempo: emergenza per l'agricoltura. In pericolo gli allevamenti

04/feb/2012 15.57.22 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Maltempo: danni per decine di milioni di euro nelle campagne

Distrutte tonnellate di ortaggi. A grave rischio gli allevamenti

Forti ostacoli al trasporto di latte. Aziende agricole isolate

La Cia lancia l’allarme: è emergenza per l’agricoltura. In forte crescita i consumi di gasolio per riscaldare serre e strutture aziendali. Difficile l’approvvigionamento (mangime e foraggio) per il bestiame.

E’ drammatica emergenza per le campagne italiane. I danni sono ormai di decine di milioni di euro. A grave rischio gli allevamenti bovini, suini e ovini, L’eccezionale ondata di maltempo con il freddo polare (soprattutto con gelate diffuse al Centro-Nord, ma anche al Sud la situazione è difficile) e con le abbondanti nevicate, sta causando pesanti conseguenze e gravi disagi per gli agricoltori. Tonnellate di ortaggi sono andate distrutte sia per il freddo che per il mancato trasporto. A sottolinearlo è la Cia-Confederazione italiana agricoltori allarmata per i riflessi negativi su un settore che già fa i conti con una profonda crisi.

Il freddo rigido -evidenzia ancora la Cia- sta facendo lievitare anche i consumi di gasolio agricolo, soprattutto per il riscaldamento delle serre e delle strutture aziendali e questo costringe gli agricoltori a sostenere ulteriori costi, che vanno ad aggravare una situazione molto difficile per i nostri produttori.

Il forte abbassamento della colonnina di mercurio, scesa abbondantemente sotto lo zero, sta mettendo a dura prova non solo le coltivazioni di ortaggi, ma anche la vite e l’olivo che, in presenza di un perdurante gelo intenso, possono subire pesanti conseguenze.

Dal canto suo, la neve, che in alcune zone è caduta copiosa, ha, in sostanza, reso impraticabili molte strade di campagna che conducono alle imprese agricole e ai territori rurali. Tantissime aziende sono rimaste isolate. Si segnalano, purtroppo, pesanti rischi -rimarca la Cia- per gli allevamenti bovini, suini, avicoli e ovini. Gli approvvigionamenti (mangime e foraggio) per il bestiame risultano, infatti, estremamente difficili, mentre si verificano problemi per il trasporto del latte dalle stalle.

La Cia ha organizzato sul territorio centri di assistenza per gli agricoltori e sta portando avanti un’attenta attività di monitoraggio. Si cerca di valutare le varie situazioni al fine di chiedere lo stato di calamità per venire incontro agli imprenditori agricoli colpiti.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl