Liberalizzazioni: il ministro Catania vada avanti nella sua azione per migliorare i rapporti tra agricoltura e Gdo. Ha il nostro sostegno

09/feb/2012 16.56.08 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Liberalizzazioni: il ministro Catania vada avanti nella sua azione
per migliorare i rapporti tra agricoltura e Gdo. Ha il nostro sostegno
 
Il presidente della Cia Giuseppe Politi: nel decreto alcune delle proposte della Confederazione contenute nella legge di iniziativa popolare.
 
        “Il ministro delle Politiche agricole Mario Catania ha tutto il nostro sostegno. E’ indispensabile migliorare i rapporti tra mondo produttivo agricolo e Grande distribuzione organizzata, rendendo più trasparenti i meccanismi di formazione dei prezzi, accelerare i pagamenti, evitare speculazioni ed eccesso di posizione dominante”. Lo ha sostenuto il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori, Giuseppe Politi, per il quale il recente decreto sulle liberalizzazioni, che contiene importanti novità nelle relazioni commerciali di filiera, deve trovare al più presto applicazione pratica.
        “Il provvedimento che riguarda i rapporti tra agricoltura e Gdo -ha affermato Politi- recepisce alcuni elementi contenuti nella proposta di legge di iniziativa popolare promossa dalla Confederazione italiana agricoltori. E’ per noi importante che ci sia una maggiore trasparenza dei rapporti all’interno della filiera, come l’obbligo della forma scritta per i contratti di cessione di beni agricoli e alimentari, il divieto di comportamenti sleali e l’accelerazione dei termini di pagamento per le cessioni di prodotti agricoli alimentari (60 giorni per gli alimenti non deperibili, 30 giorni per quelli deperibili)”.
        “D’altra parte, i principi guida della nostra proposta di legge di iniziativa popolare -ha aggiunto il presidente della Cia- riguardano la centralità del produttore agricolo e del consumatore, la libertà contrattuale, la correttezza nelle relazioni, la legalità e la responsabilità sociale; l’equa ripartizione del valore lungo l'intera filiera agroalimentare. Con la proposta di legge, insomma, vogliamo dare risposte serie e puntuali, rafforzando il ruolo dell’agricoltura e venendo incontro alle nuove esigenze dei cittadini. E il decreto del ministro Catania va certamente in questa direzione”.
        “Per questo rinnoviamo il nostro apprezzamento all’azione avviata dal ministro delle Politiche agricole, anche se attendiamo da parte del governo -ha concluso Politi- un ulteriore sforzo da parte dell’esecutivo in modo da rendere più agevole e realmente competitiva l’attività imprenditoriale agricola”.

______________________________________
Settore Comunicazione e Immagine
CIA- Confederazione italiana agricoltori
Via Mariano Fortuny, n. 20
00196-ROMA
Tel. 06-3227008
Fax 06-3208364
E-mail: cia.informa@cia.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl