Pomodoro da industria: un'intesa pessima

21/mar/2012 16.57.55 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Pomodoro da industria: un’intesa pessima
 
Per la Cia l’accordo per il Centro-Nord Italia tra l’Aiipa e le Op non riconosce affatto il giusto reddito al mondo agricolo. Produttori fortemente penalizzati.
 
Un’intesa pessima. Così la Cia-Confederazione italiana agricoltori giudica la firma dell’accordo per il pomodoro da industria del Centro-Nord Italia tra l’Aiipa e le Op fornitrici del prodotto.
Ci si augurava che, dopo il deludente accordo siglato alcuni giorni fa tra Confapi e alcune Op dell’area, la trattativa con Aiipa portasse a risultati migliori. Va, invece, constatato, purtroppo, che -afferma la Cia- il prezzo concordato (84 euro/tonn) è addirittura minore e la scaletta qualitativa, già molto negativa, è stata ulteriormente peggiorata.
Un’intesa, quindi, che -rimarca la Cia- penalizza fortemente i produttori agricoli. Siamo, infatti, in presenza di un accordo che non riconosce affatto il giusto reddito al mondo agricolo e c’è, dunque, il fondato rischio per gli imprenditori di lavorare in perdita, con conseguenze negative sullo stesso futuro delle aziende. 
 

______________________________________
Settore Comunicazione e Immagine
CIA- Confederazione italiana agricoltori
Via Mariano Fortuny, n. 20
00196-ROMA
Tel. 06-3227008
Fax 06-3208364
E-mail: cia.informa@cia.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl