COMUNICATO CONGIUNTO- Imu: le organizzazioni agricole chiedono di rinviare i pagamenti al 15 dicembre. Manteniamo gli impegni presi al Tavolo fiscale

COMUNICATO CONGIUNTO- Imu: le organizzazioni agricole chiedono di rinviare i pagamenti al 15 dicembre.

Luoghi Roma
Organizzazioni Coldiretti, Confagricoltura, Associazione Nazionale Comuni Italiani, CIA
Argomenti politica, economia, fisco

02/apr/2012 17.34.51 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

                                                                Roma, 2 aprile 2012

 
COMUNICATO CONGIUNTO


Imu: le organizzazioni agricole chiedono di rinviare i pagamenti

al 15 dicembre. Manteniamo gli impegni presi al Tavolo fiscale

Per Coldiretti, Cia, Confagricoltura e Copagri è opportuno aspettare il completamento dell’operazione di accatastamento dei fabbricati rurali che si chiude il prossimo 30 novembre. Solo allora sarà quantificabile il gettito da sostenere. Occorre un atto di giustizia e di democrazia, visto che contro l’imposta in agricoltura si sono espresse forze parlamentari, Regioni e l’Anci.

Sull’Imu agricola la strada scelta dal governo, con l’emendamento al decreto fiscale, non è sufficiente. Le proposte, non sono infatti ancora coerenti con gli impegni assunti dall’esecutivo al Tavolo di confronto con le organizzazioni agricole. Appare opportuno che per l’agricoltura il pagamento venga rimandato al prossimo 15 dicembre, al termine dell’operazione di accatastamento dei fabbricati rurali che scade il prossimo 30 novembre. Soltanto allora sarà, infatti, possibile quantificare il gettito che il settore dovrà sostenere e ridefinire, di conseguenza, come condiviso al Tavolo, le aliquote sui fabbricati. La stessa norma di esenzione per i fabbricati siti nei territori montani al di sopra dei mille metri, se non corretta, suona come una beffa, poiché gli agricoltori di quelle zone saranno chiamati a pagare, per la prima volta, l’Irpef. Anche questa norma, dunque, necessita di correzione. E’ quanto sollecitano Coldiretti, Cia, Confagricoltura e Copagri.

 

______________________________________
Settore Comunicazione e Immagine
CIA- Confederazione italiana agricoltori
Via Mariano Fortuny, n. 20
00196-ROMA
Tel. 06-3227008
Fax 06-3208364
E-mail: cia.informa@cia.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl