comunicato stampa

UNIONE DEI COMUNI MONTANI DEL CASENTINO GIGANTE CON GLI ANELLI In occasione dell'opposizione del pianeta Saturno, il Planetario del Parco Nazionale Foreste Casentinesi organizza per Sabato 14 Aprile, a partire dalle ore 21,00, una serata dedicata al "Gigante con gli anelli".

Persone Arturo
Luoghi Parco Nazionale Foreste Casentinesi, Casentino
Argomenti astronomia

12/apr/2012 10.45.10 ufficio stampa casentino Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

UNIONE DEI COMUNI MONTANI DEL CASENTINO

 

 

GIGANTE CON GLI ANELLI

 

In occasione dell’opposizione del pianeta Saturno, il Planetario del Parco Nazionale Foreste Casentinesi organizza per Sabato 14 Aprile, a partire dalle ore 21,00, una serata dedicata al “Gigante con gli anelli”.

Il cielo di aprile permette di assistere alla transizione dal cielo invernale a quello estivo. Nelle prime ore dopo il tramonto del Sole possiamo ancora ammirare le costellazioni che hanno dominato il cielo invernale: Orione, Toro, Gemelli, Auriga. Nel contempo, nel cielo orientale, si cominciano a scorgere gli astri che saranno protagonisti della stagione estiva.

Al tramontare a Sud - Ovest di Sirio - nella costellazione del Cane Maggiore - che per tutto l'inverno è stata la stella più brillante della volta celeste, corrisponde il sorgere a Nord - Est di Vega - nella costellazione della Lira - la stella più luminosa del cielo estivo. Con l'arrivo della primavera l'Orsa Maggiore si trova quasi allo zenit e si può utilizzare per individuare le altre costellazioni. A sinistra del Grande Carro troviamo Boote la cui stella principale, Arturo, è un astro rosso di magnitudine zero ed è quindi la più luminosa del cielo primaverile.

A sinistra del Boote si può riconoscere una piccola costellazione a forma di semicerchio, la Corona Boreale. Tra le costellazioni zodiacali spicca il Leone - molto estesa, dal profilo inconfondibile, nella quale è facile individuare la luminosa stella Regolo - e infine la Vergine, anch'essa molto estesa, ma priva di stelle brillanti, fatta eccezione per la bianca Spica.

Chi avrà la pazienza di attendere la notte inoltrata potrà scorgere a Sud-Est anche la Bilancia e, successivamente, lo Scorpione.

Il cielo di aprile offre la opportunità per osservare tutti i principali pianeti visibili ad occhio nudo, mercurio escluso.

Confuso tra le luci del tramonto, a ovest, è ancora visibile il pianeta  Giove, grande protagonista del cielo invernale.

A sud – ovest nella prima metà del mese sarà possibile osservare, per almeno tre ore dopo il tramonto del Sole, il pianeta Venere. Con piccoli strumenti sarà possibile osservare l’aspetto di mezzaluna, particolarmente bella in un piccolo telescopio se osservata prima che il cielo sia troppo oscuro.

Al calare della oscurità, sull’orizzonte orientale, nella costellazione del Leone, è possibile osservare Marte, facilmente riconoscibile per la sua luminosità e per il colore rosso.

Mentre Giove ci saluta Saturno si accinge a diventare uno degli oggetti più osservati del cielo di primavera, con i suoi anelli da ammirare con i telescopi. Il giorno 15 il pianeta si trova all’opposizione. Pertanto è osservabile per l’intera notte. Al tramonto del Sole appare sull’orizzonte orientale, per culminare a Sud intorno alla mezzanotte e in seguito calare verso oriente dove tramonta in concomitanza con l’alba. Saturno si trova ancora nella Vergine, alla sinistra di Spica, la stella più brillante della costellazione

Dopo l’incontro sotto la cupola del planetario la serata proseguirà nel piazzale esterno con visione del cielo primaverile e di Saturno, con l’ausilio di telescopi.

Per informazioni 335-6244440,  0575-520511 / 0575-503029. Ingresso  5 euro, gratuito per i ragazzi sotto i 10 anni di età.

 

Casentino Sviluppo e Turismo 0575.520511

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl