Ambiente: bene l'aumento delle foreste in Italia, ma bisogna rafforzarne tutela e manutenzione

Ambiente: bene l'aumento delle foreste in Italia, ma bisogna rafforzarne tutela e manutenzione.

Luoghi Roma, Italia
Organizzazioni CIA
Argomenti agricoltura, economia, selvicoltura, ecologia

19/apr/2012 15.09.55 Confederazione italiana agricoltori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Ambiente: bene l’aumento delle foreste in Italia, ma bisogna rafforzarne tutela e manutenzione
 
La Cia commenta i risultati dell’Inventario del Corpo forestale dello Stato presentato oggi a Roma: gli agricoltori, in prima linea nella difesa del territorio, sono i naturali custodi di questa risorsa.
 
          Sono l’aria, l’acqua, la terra, il clima: le foreste producono l’ossigeno che respiriamo, contribuiscono alla difesa della biodiversità, svolgono un ruolo primario nella salvaguardia del suolo e delle risorse idriche e funzionano come depositi di assorbimento del carbonio. Per questo i risultati emersi dall’ultimo ‘Inventario nazionale delle foreste e dei serbatoi di carbonio’ del Corpo forestale dello Stato, che testimoniano l’aumento del patrimonio forestale italiano negli ultimi 20 anni (+1,7 milioni di ettari), sono molto positivi e vanno salutati con gioia. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori.
          Nel nostro Paese le foreste descrivono una grande ricchezza di diversità biologica e con 12 miliardi di alberi oggi occupano quasi il 35 per cento della superficie territoriale. Ma questo non basta -spiega la Cia-. Solamente attraverso una corretta gestione delle foreste è possibile garantire tutte le funzioni che queste svolgono.
          C’è necessità, insomma, di recuperare e di rafforzare la gestione e la manutenzione delle foreste, anche perché rappresentano una delle principali risorse per lo sviluppo delle aree rurali e montane -continua la Cia- e sono fonti straordinarie non solo di ossigeno, ma di occupazione, reddito e materie prime rinnovabili.
          Un compito che sembra cucito addosso agli agricoltori, non solo perché circa il 40 per cento delle aziende del settore è interessato dai boschi, ma anche perché già oggi gli agricoltori sono in prima linea nella salvaguardia del patrimonio forestale del Paese, fungendo da “guardiani” del territorio contro gli incendi e il degrado dei versanti e da “custodi” delle tradizioni del mondo rurale -conclude la Cia-. Di conseguenza si candidano naturalmente a essere parte attiva nella manutenzione delle foreste, e quindi del “polmone verde” d’Italia.    

______________________________________
Settore Comunicazione e Immagine
CIA- Confederazione italiana agricoltori
Via Mariano Fortuny, n. 20
00196-ROMA
Tel. 06-3227008
Fax 06-3208364
E-mail: cia.informa@cia.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl